14:36 17 Gennaio 2021
Politica
URL abbreviato
7717
Seguici su

Per il governatore del Veneto il modello da seguire è quello tedesco, con chiusure e restrizioni fino alla Befana.

Per contenere il rischio di nuova diffusione incontrollata del Covid-19 sul territorio italiano sarà necessario applicare restrizioni quanto più rigide possibile nel periodo delle feste natalizie.

Ne è convinto il governatore del Veneto Luca Zaia, che nel corso del vertice tra Governo e Regioni ha ribadito la propria posizione, accolta con favore dal ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia e della Salute Roberto Speranza, oltre che dai presidenti di Lazio, Friuli Venezia Giulia, Molise e Marche.

"Nel periodo delle festività di Natale servono restrizioni massime, e se non le fa il governo le facciamo noi. La Germania è in lockdown e a gennaio è pronta a ripartire e se non chiudiamo tutto adesso ci ritroveremo a gennaio a ripartire con plateau troppo alto. Servono però ristori certi in parallelo alle chiusure", ha chiarito Zaia.

Boccia conferma il modello a zone

Da parte sua il ministro Boccia ha confermato l'approvazione del Governo per il modello a zone di categorizzazione delle Regioni italiane:

"Il modello di interventi territoriali ha funzionato bene e ha fatto scendere l'Rt dall'1.7 all'attuale 0,8 ed è ancora in discesa, anche se le reti sanitarie necessitano di essere sempre più difese e alleggerite", ha riferito Boccia.

Nella serata ieri in diretta su La7 lo stesso ministro aveva affermato la necessità e l'utilità di restringere con maggiore intensità durante le festività.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook