13:08 13 Aprile 2021
Politica
URL abbreviato
6182
Seguici su

In Austria anche un bicchiere di Coca-Cola risulta positivo al coronavirus con il test rapido del deputato Michael Schnedlitz. Secondo questi è tutta una macchinazione.

Potrebbe strappare qualche sorriso il test Covid-19 che il deputato Michael Schnedlitz ha fatto ad un bicchiere di Coca-Cola durante una seduta del Consiglio nazionale austriaco.

Immergendo un dispositivo per test rapido Covid-19 in mezzo bicchiere trasparente di presunta Coca-Cola, il deputato del FPO, ha mostrato agli onorevoli colleghi che anche un quarto di bicchiere di Coca-Cola può risultare positivo al test.

Secondo lui quindi, la campagna di test di massa avviata dal Governo austriaco e le misure di chiusura attuate in Austria sarebbero tutto frutto di una strategia volta a mettere soldi in tasca alle società farmaceutico.

Secondo questo deputato, i tamponi sarebbero una tassa occulta ai cittadini austriaci data a favore delle società farmaceutiche.

Il deputato ha quindi accusato il Governo austriaco di “dittatura dolce”, e lo ha accusato di causare la bancarotta delle attività, la disoccupazione di massa e una crisi sociale ed economica. Senza dimenticare che sarebbe colpa di Sebastian Kurz se i bambini non possono andare a scuola, ai quali è stato “rubato” il diritto all’educazione.

Tags:
Austria, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook