18:39 19 Aprile 2021
Politica
URL abbreviato
310
Seguici su

Roberto Fico si aggiunge al coro di avvertimenti rivolti a Matteo Renzi, se cade il governo si va alle urne. Alternative per una terza maggioranza non ci sono.

Anche il presidente della Camera Roberto Fico avverte Matteo Renzi sull’apertura di una crisi di governo in piena pandemia e a poche settimane dal varo della legge di bilancio, che se non approvata farebbe ritrovare l’Italia con una pandemia e un esercizio provvisorio di bilancio che ne tarperebbe il rilancio in modo significativo nel 2021.

“Non è tempo di ricatti. Se cadesse questo esecutivo, l’unica strada possibile sarebbe il voto. Le condizioni per una nuova maggioranza non ci sono”, ha detto Fico intervistato dal quotidiano La Repubblica.

Sono le ultime parole che da più parti si elevano all’interno della maggioranza nei confronti di Renzi e del suo partito che ormai sembra sempre più proiettato verso la rottura.

Se si andasse al voto

Anche Andrea Orlando ha ricordato che non c’è alternativa al voto e che se così sarà, si andrà al voto con questa legge elettorale.

Ma forse questo potrebbe andare bene a Italia Viva, dal momento che la legge elettorale in vigore è il cosiddetto “Rosatellum”, ovvero la legge elettorale approvata nel 2017 e frutto del lavoro di Ettore Rosato, ex PD come Renzi e ora coordinatore nazionale di Italia Viva. Con questa legge la soglia di sbarramento resta al 3% e, stando ai sondaggi elettorali, il partito di Renzi riuscirebbe a rientrarci per il rotto della cuffia.

Invece le proposte di modifica alla legge elettorale prevedono soglia di sbarramento al 5% per garantire la stabilità di governo dopo la nuova riforma costituzionale che ha ridotto il numero di parlamentari.

In definitiva, stante così le cose, neppure il taglio dei parlamentari sarà servito a portare un po’ di ordine in Parlamento dove, anzi, ci si potrebbe ritrovare con una maggiore instabilità politica rispetto a quanto visto a marzo 2018 a seguito delle ultime elezioni politiche: l’esecutivo nacque solo a luglio 2018.

Ipotesi rimpasto

E se invece passasse la linea del rimpasto?

“Non è certo quel che serve. Ben venga invece un confronto tra le forze di maggioranza, che devono trovare una linea per andare avanti”, riflette il presidente della Camera che aggiunge:

“Se c’è qualcosa che non va, bisogna dirselo e affrontarlo, ma con l’obiettivo di proseguire, in un momento molto difficile per il Paese”.

Tags:
Roberto Fico, Italia Viva, Matteo Renzi
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook