11:59 22 Gennaio 2021
Politica
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

Le autorità della Repubblica Popolare Cina si oppongono con veemenza ai piani statunitensi di fornire a Taiwan mezzi di comunicazione protetta militari, ha dichiarato oggi la portavoce dell'Ufficio degli Affari di Taiwan del Consiglio di Stato cinese, Zhu Fenglian.

"Esortiamo gli Stati Uniti a rimanere fedeli al principio di una Cina unica ed ai tre comunicati congiunti di Cina e USA, nonchè a smettere di inviare segnali sbagliati alle forze separatiste che promuovono l'idea dell'indipendenza di Taiwan'', cita la portavoce l'agenzia Xinhua.

Fenglian ha sottolineato che per acquistare armi americane il Partito Democratico Progressista di Taiwan "stanzia costantemente denaro che sarebbe potuto essere speso per migliorare il tenore di vita delle persone".

"Stanno tentando di impedire la riunificazione con il consolidamento militare e sono destinati a fallire", ha concluso la portavoce, intendendo la riunificazione della Cina continentale e Taiwan.

In precedenza il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti e un'agenzia governativa competente del Pentagono avevano annunciato la loro intenzione di fornire a Taiwan mezzi di comunicazione protetta militari per un importo di 280 milioni di dollari.

USA, Taiwan e la Cina

Taiwan indipendente dalla Cina dal 1949. Pechino considera l'isola come parte della terraferma, mentre Taiwan insiste di essere un paese autonomo, avendo stabilito relazioni politiche ed economiche con molti altri paesi che riconoscono la sua sovranità.

Gli Stati Uniti, insieme alla maggior parte degli altri stati, non riconoscono Taiwan come entità indipendente e si attengono alla politica "una Cina unica". Tuttavia, è riuscita a mantenere relazioni informali con Taiwan, nonostante la rottura dei rapporti diplomatici con l'isola nel 1979.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook