18:10 27 Gennaio 2021
Politica
URL abbreviato
16015
Seguici su

Per Roberto Fico il Movimento Cinque Stelle e tutte le altre forze di maggioranza dovrebbero mostrare unità e coesione attorno al premier Giuseppe Conte in relazione alla riforma del Mes.

In un'intervista rilasciata al Corriere della Sera, il presidente della Camera Roberto Fico ha chiesto al proprio partito, il Movimento Cinque Stelle, e alla maggioranza tutta di fare quadrato attorno all'esecutivo ed in particolare al presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Il chiaro riferimento di Fico è al voto di domani sulla riforma del Mes e per il quale il presidente dell'assemblea di Montecitorio si è auspicato che i vari gruppi della maggioranza mostrino coesione:

"Il voto di domani riguarda il mandato da dare al presidente Conte per il Consiglio europeo dove dovrà tutelare le posizioni e gli interessi del nostro Paese. Il Movimento e la maggioranza tutta hanno il dovere di sostenerlo: serve grande responsabilità in una fase delicatissima per l'Italia. Occorre lavorare per il bene dei cittadini, per uscire dalla crisi il prima possibile", sono state le parole dell'esponente grillino.

Ieri, in vista del voto del 9 dicembre, è stato reso noto che 69 parlamentari del M5S, 17 senatori e 52 deputati hanno indirizzato una lettera congiunta a Vito Crimi e Luigi Di Maio per esprimere il proprio no alla riforma del Mes. 

I firmatari si sono detti pronti a bloccare la riforma con il voto contrario se le loro richieste non verranno accolte e hanno ricordato l'impegno assunto dal Governo nel 2019 con una risoluzione a firma "in ordine alla riforma del Meccanismo Europeo di Stabilità, a non approvare modifiche che prevedano condizionalità" che avrebbero finito "per penalizzare quegli Stati membri che più hanno bisogno di riforme strutturali e di investimenti".

La ratifica del trattato di riforma del Mes

Lo scorso 30 novembre il presidente dell'Eurogruppo, Paschal Donohoe, ha annunciato l'accordo sul trattato di riforma del Mes che verrà firmato a gennaio, avviando così il processo di ratifica a livello nazionale. 

Tale intesa, che ha ricevuto quindi anche l’appoggio dell’Italia, è stata definita dal Commissario Ue per l’Economia Paolo Gentiloni "una buona notizia per l’economia e per i cittadini Ue".

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook