00:03 21 Aprile 2021
Politica
URL abbreviato
2114
Seguici su

Gli Stati Uniti considerano le elezioni tenutesi in Venezuela una "farsa", le condannano e non le riconoscono, ha affermato il segretario di Stato americano Mike Pompeo.

"Gli Stati Uniti, insieme a diverse altre democrazie nel mondo, condannano questa stupida esibizione che non soddisfa nemmeno gli standard minimi per meritare fiducia", afferma Pompeo in una dichiarazione rilasciata dal Dipartimento di Stato.

Secondo il segretario di Stato, le elezioni del 6 dicembre sono state "una farsa politica del regime illegittimo di Maduro, che avrebbe dovuto sembrare un'elezione parlamentare...Fortunatamente, solo pochi sono stati ingannati", ha aggiunto Pompeo.

Domenica si sono svolte le elezioni per il parlamento unicamerale del Venezuela, l'Assemblea nazionale, a cui hanno partecipato 107 tra partiti e movimenti politici e più di 14mila candidati complessivamente. Più di 20 partiti, compreso il leader dell'opposizione Juan Guaido, si sono rifiutati di presentarsi alle urne.

Secondo il segretario di Stato americano, Washington "continuerà a riconoscere il presidente ad interim Guaidò come leader del Paese e della legittima Assemblea nazionale". "La comunità internazionale non deve permettere a Maduro, che è al potere illegalmente perché ha rubato le elezioni del 2018, di beneficiare del furto delle seconde elezioni", ha concluso Pompeo.

Secondo la Commissione Elettorale Nazionale Venezuelana, nelle recenti elezioni, dopo lo scrutinio dell'82% dei voti e con un'affluenza del 31%, con un risultato del 67,6%, l'Alleanza Socialista "Grande Polo Patriottico di Simon Bolivar" è in testa alle elezioni per l'Assemblea Nazionale. L'opposizione dell'Alleanza Democratica si è fermata al 17,95%.

Tags:
elezioni parlamentari, Nicolas Maduro, Situazione in Venezuela, Venezuela, Mike Pompeo, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook