02:15 17 Gennaio 2021
Politica
URL abbreviato
131
Seguici su

Devono lasciare Bruxelles i 4 eurodeputati del M5S che hanno abbandonato il partito, a chiederglielo è la direzione pentastellata con un messaggio che non nasconde l'insofferenza per la situazione.

Il Movimento 5 Stelle si rivolge direttamente ai quattro eurodeputati che hanno lasciato il partito in aperto dissenso con la strategia dei due piedi in una scarpa adottata con dal M5S nel Parlamento italiano a proposito dell’approvazione delle modifiche al regolamento del Mes.

“Quattro eurodeputati sono usciti dal Movimento 5 Stelle, dove sono stati eletti e scelti dai cittadini. Ma non lasciano il loro seggio nel Parlamento Europeo, ottenuto nelle liste del Movimento.”

Il M5S afferma che quel voto e quel consenso non è stato dato a loro come persone, ma al partito e al programma quindi devono lasciare consegnando la lettera di dimissioni dall’incarico parlamentare (dato al M5s e non a voi) lasciando così il posto a chi intende rappresentare quel voto e quel programma”.

Il messaggio però usa un tono molto duro e giunge fino al punto del rinfacciare a uno di loro parole proferite alcuni anni fa. Parole delle quale si cita con precisione anche la data di quando sono state scritte. Qualcosa che mostra quanto la situazione nel M5S sia di sofferenza e insofferenza severa:

“Uno di loro, il 27 gennaio 2015, scrisse una ‘Lettera ai dissidenti’ (!) in cui si può leggere: ‘Fra pochi minuti sarete mestamente consegnati alla storia anche voi come gli ennesimi squallidi traditori del mandato elettorale…”

Adesione ad altro gruppo politico? Andatevene

“La scelta più rispettosa nei confronti dei cittadini dunque non è certo la decisione di aderire a un altro gruppo politico – che di noi ha detto il peggio – ma di dimettersi e lasciare il posto a chi crede nel Movimento”, chiede il Movimento 5 Stelle.

E poi, rivolgendosi all’elettorato il partito dei pentastellati aggiunge:

“Perché nella lista con la quale hanno scelto di candidarsi, e grazie alla quale sono stati eletti, c’era quel simbolo che ora stanno rinnegando.

Non si può essere coerenti solo con la propria convenienza.”

Una vera emorragia

Il Movimento 5 Stelle perde così ulteriori pezzi, mostrando una vera emorragia di parlamentari ed eurodeputati che oramai non comprendono più cosa sia il M5S e quale sia “il programma” da rappresentare di cui si parla nel messaggio.

Tags:
Movimento 5 Stelle, M5S
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook