11:42 24 Gennaio 2021
Politica
URL abbreviato
250
Seguici su

Gli Stati Uniti sperano che la Turchia cambi la sua posizione sull'acquisto e sulla messa in servizio dei sistemi di difesa russi S-400, ha affermato la rappresentante permanente degli Stati Uniti presso la NATO Kay Bailey Hutchison.

Gli Stati Uniti non rinunciano alle pretese nei confronti della Turchia, paese membro della NATO, "reo" di aver acquistato dalla Russia i sistemi di difesa missilistica S-400, al posto dei Patriot.

"Speriamo che prima di avviare questo sistema difensivo, capiranno le conseguenze. Spero che la Turchia ci pensi e spero che annulleranno questa decisione che hanno preso per errore", ha affermato la Hutchison nel corso di un briefing.

A suo avviso, la questione dell'S-400 è il principale fattore di preoccupazione per Washington nei rapporti con Ankara.

La fornitura di S-400 alla Turchia

Le consegne dei sistemi di difesa aerea dell'ultima generazione russi S-400, che hanno portato ad una crisi nelle relazioni tra la Turchia e gli Stati Uniti, sono state avviate a luglio 2019.

Washington ha chiesto ad Ankara di rinunciare all'accordo e di acquistare i sistemi americani Patriot, minacciando di ritardare o addirittura annullare la vendita dei caccia F-35 alla Turchia, nonché d'imporre sanzioni in conformità con il CAATSA (la legge sul "Contrasto agli avversari dell'America attraverso sanzioni"). Ankara ha rifiutato di fare concessioni e ha continuato i negoziati su un lotto aggiuntivo di S-400.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook