23:32 16 Maggio 2021
Politica
URL abbreviato
118
Seguici su

La Turchia intende ripensare la sua politica nei confronti degli Stati Uniti per le divergenze emerse con la Russia, segnala Bloomberg con riferimento a fonti a conoscenza dei fatti.

Ankara, ricucendo i rapporti con Washington, conta di chiudere contratti per la fornitura di armi. Inoltre le autorità turche sperano che gli Stati Uniti contribuiranno ad aggirare le differenze esistenti con gli alleati della NATO, secondo fonti di Bloomberg.

Secondo l'agenzia, la Turchia è spinta al riavvicinamento con gli Stati Uniti dalla vittoria di Joe Biden alle elezioni americane e per la minaccia pendente di sanzioni da parte dell'Unione Europea. Inoltre Ankara guarda Washington per le contraddizioni con la Russia sulle crisi in Libia e Siria, nonché sul recente conflitto armato nel Nagorno-Karabakh, in cui Ankara ha sostenuto apertamente l'Azerbaigian.

Allo stesso tempo Ankara potrebbe rifiutarsi di integrare i sistemi di difesa aerea S-400 russi nel sistema di difesa aerea della Nato per evitare nuove sanzioni da Washington, riferisce Bloomberg.

In precedenza il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu aveva dichiarato che Ankara conta di "voltare pagina" nei rapporti con gli Stati Uniti con l'avvento dell'amministrazione di Joe Biden. Ha aggiunto che continuando a legare la fornitura dei sistemi di difesa aerea russi S-400 con la partecipazione di Ankara al programma di caccia di ultima generazione F-35 e l'imposizione di sanzioni, gli Stati Uniti danneggiano i rapporti di difesa con la Turchia.

Tags:
Bloomberg, Geopolitica, Politica Internazionale, Russia, USA, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook