13:24 08 Maggio 2021
Politica
URL abbreviato
2210
Seguici su

Il Governo alle prese con la Legge di bilancio e la gestione della pandemia, sul tavolo una infinità di dossier aperti e la difficoltà a gestirli da parte di alcuni ministri, si pensa sempre più a un rimpasto infatti.

Tradizionalmente questo è il periodo dell’anno in cui il Governo si concentra sulla stesura della Legge di bilancio, e come la storia politica italiana narra sono settimane febbrili e di accese battaglie e richieste di modifiche per portare nella manovra le istanze di tutti.

A questo, nell’anno della pandemia, si aggiungono i problemi di gestione del contagio e i problemi economici devastanti, e ancora non bene compresi da tutti, che colpiscono il Sistema economico italiano.

Il Natale al tempo della pandemia, i fondi del Next Generation EU da gestire per la ripresa economica, la nomina del Commissario alla Salute per la Regione Calabria che da 10 anni (non dal 2020) è commissariata, e poi lo spettro di un rimpasto di Governo che significherebbe l’ammissione di avere in seno all’attuale compagine dei ministri non all’altezza della situazione.

Tutto questo è stato sintetizzato dalla riunione di ieri venerdì 27 novembre a Palazzo Chigi tra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, i capi delegazione della maggioranza e una giravolta di ministri che si sono alternati al tavolo per discutere del da farsi con i tanti dossier aperti.

Come gestire il Natale

Mentre la Svizzera, non appartenente all’Unione Europea, gongola per la richiesta della Germania di fermare gli impianti sciistici fino al 10 gennaio in tutta l’UE e con uno spot promozionale invita gli italiani a trascorrere da loro la settimana bianca, il Governo italiano non ha ancora deciso come i cittadini dovranno trascorrere il Natale.

Quello che appare chiaro è che si cerca una mediazione tra posizioni più rigide e posizioni disposte a concedere qualcosa in più agli italiani, come il coprifuoco esteso alle 23 o anche alle 24. Per le celebrazioni liturgiche del 24 dicembre notte vi sarebbe un dialogo in corso con la Conferenza episcopale italiana (CEI).

Ma il nodo sono anche le piste da sci e la stagione invernale in montagna nel suo complesso. Sul tema si decide in Europa, tuttavia se agli italiani si lascia poi la possibilità di recarsi all’estero a fare le vacanze mentre in Italia resta tutto chiuso, potrebbe apparire a molte categorie come una contraddizione. La Svizzera appunto ha già allargato le braccia agli italiani che scapperanno dalle restrizioni.

La scuola

Quando riaprire la scuola? Il 9 dicembre? Ovvero una settimana e mezza prima di richiuderla per le vacanze natalizie e di fine anno? Oppure rimandare tutto a dopo l'Epifania, magari con l'estensione dell'attività scolastica anche alla domenica come ha proposto il ministro Paola De Micheli. Una proposta bocciata a stretto giro dal sindacato dei presidi italiani.

Gestire i fondi del Next Generation EU

I soldi del Recovery fund, del progetto della Commissione europea denominato Next Generation EU, come si devono gestire e chi li dovrà gestire? Sono oltre 200 miliardi in 7 anni.

Mentre in Europa il processo di approvazione si è impantanato sulle richieste di Polonia e Ungheria, in Italia si prova a farsi trovare pronti nel caso i soldi dovessero arrivare.

Conte vuole che sia Palazzo Chigi a gestire la cabina di regia, ma il Partito Democratico chiede che sia invece il Ministero dell’Economia a farlo con la stretta collaborazione della Ragioneria di Stato.

Si media si cerca una soluzione di compromesso che alla fine potrebbe condurre ad un allargamento della gestione a più realtà: Ministero agli Affari europei, Economia, Palazzo Chigi, Ministero dello Sviluppo economico.

Andrea Orlando (PD) ha riferito il suo punto di vista, riportato dall’Ansa: “È evidente a tutti che ministri, amministrazioni e burocrazia non sono adeguati, bisogna coinvolgere ingegneri, urbanisti, sociologi”. Insomma la Task Force che Conte aveva riunito a giugno? Ma che che avrà fatto?

Legge di bilancio e rimpasto

Per concludere, Legge di Bilancio da approvare entro il 31 dicembre del 2020 per evitare la sciagura dell’esercizio provvisorio di bilancio in tempo di pandemia, mentre il rimpasto lo si potrà rimandare a dopo le feste, a dopo il panettone ben lievitato consumato in un Natale mai così incerto da molte decadi.

Tags:
Politica Italiana, Giuseppe Conte
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook