20:34 03 Dicembre 2020
Politica
URL abbreviato
350
Seguici su

Alessandro Di Battista contro Forza Italia e Silvio Berlusconi. Il partito del cavaliere ha favorito l'ascesa della 'ndrangheta e va trattata come il letame che si prende con la pala.

Durissimo Alessandro Di Battista contro Forza Italia che definisce “letame” e “fronte immorale”.

Il volontario del M5S, parte dal recente arresto di Domenico Tallini, presidente del consiglio regionale della Calabria per dipingere di parole politicamente scorrette il partito di Silvio Berlusconi.

“E' la solita Forza Italia. Insomma, nulla di nuovo sul fronte immorale. Nemmeno mi sorprende il fatto che Tallini fosse stato inserito, prima delle ultime elezioni calabresi, nella lista degli impresentabili”, scrive Di Battista.

Ndrangheta potente grazie a Forza Italia

Per Di Battista è grazie a partiti come Forza Italia se “la 'ndrangheta è diventata potentissima. Forse più di Cosa Nostra negli anni '90.”

Colpa di Forza Italia se la mafia siciliana ha avuto il ruolo che ha avuto con i favori di Marcello dell’Utri scrive.

Di Battista contro tutti, anche contro il PD

Il Partito Democratico in questo discorso contro Forza Italia e Silvio Berlusconi c’entra, perché in questi giorni il PD sta tentando l’avvicinamento per una sorta di appoggio esterno o governo di unità nazionale.

“In tutto questo moltissimi esponenti del PD non si limitano al loro, proverbiale ed ipocrita silenzio di fronte a conclamati episodi di malaffare come quelli che travolgono, ciclicamente, Forza Italia. No, cercano in ogni modo di riabilitare il berlusconismo.”

E qui il volontario del Movimento 5 Stelle cita Delrio e il Ministro Gualtieri.

La conclusione del discorso è per il Cavaliere

Dopo un lungo elenco delle malefatte di Forza Italia durante i suoi anni di governo, Di Battista conclude etichettando come letame da buttare via con la pala FI e consigliando da quale immoralità bisogna stare alla larga.

“Nel paese del sottosopra gli smemorati diventano statisti, il partito dell'immoralità diventa responsabile, B. diventa il vecchio saggio e chi ricorda la storia subisce rappresaglie mediatiche.

Stare lontano dall'immoralità è un dovere morale perché l'immoralità è come il letame. Si tratta con la pala. Non con il cucchiaino d'argento.”

Tags:
Silvio Berlusconi, Forza Italia, Alessandro Di Battista, M5S
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook