16:31 24 Novembre 2020
Politica
URL abbreviato
Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali (133)
105
Seguici su

I ministri degli esteri dell'UE hanno deciso di promuovere nuove sanzioni contro la Bielorussia, ha riferito oggi il capo della politica estera di Bruxelles Josep Borrell.

"Oggi abbiamo deciso di procedere con la preparazione del prossimo pacchetto di sanzioni come risposta alla brutalità delle autorità e sostegno dei diritti democratici del popolo bielorusso", ha detto Borrell in una conferenza stampa.

Secondo il capo della diplomazia europea, le nuove sanzioni non riguarderanno solo persone fisiche, ma anche organizzazioni.

Il mese scorso i leader dei Paesi della Ue avevano raggiunto un accordo sulle sanzioni contro il governo bielorusso. Tuttavia non avevano incluso il presidente Lukashenko nell'elenco, sostenendo che in caso contrario sarebbe vano aspettarsi l'avvio del dialogo tra lui e il popolo bielorusso.

Proteste in Bielorussia

In Bielorussia continuano le proteste dopo le contestatissime elezioni presidenziali del 9 agosto, che hanno conferito il 6° mandato ad Alexandr Lukashenko, al potere dal 1994.

Secondo i dati ufficiali, Lukashenko ha ottenuto l'80,1% dei voti, seguito da Svetlana Tikhanovskaya, con il 10,12%.

L'opposizione bielorussa ha denunciato numerose irregolarità elettorali e ha chiesto la ripetizione delle elezioni, opzione bocciata dallo stesso Lukashenko.

Tema:
Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali (133)
Tags:
Josep Borrell, Unione Europea, Sanzioni, Proteste, Minsk, Bielorussia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook