07:47 02 Dicembre 2020
Politica
URL abbreviato
340
Seguici su

Alessandro Di Battista è pronto a rimettersi in gioco e come lui - assicura - tantissimi attivisti del movimento, ma che hanno bisogno di garanzie. Ecco quali sono le condizioni dettate dal leader grillino.

"Non vedo l'ora di potermi rimettere in prima linea nel movimento cinquestelle, vedremo come e in che ruolo", ha dichiarato Alessandro Di Battista. Assieme a lui sono pronti a rimettersi in gioco ne M5S altri attivisti che vogliono "soltanto battagliare e hanno fatto tanti sacrifici", assicura nel suo intervento agli Stati Generali, riproposto sul suo profilo Facebook. 

Torna sull'importanza dell'identità politica a costo di perdere qualche elezione, perché solo "mantenendo un'identità si rafforza la possibilità successiva di prendere tanti voti di opinione", per Di Battista la più grande forza di un partito politico.  "Nessuno è nostalgico - spiega - tutti noi guardiamo al futuro del movimento", ma il ritorno in pista non è incondizionato.

Di Battista presenta una lista di garanzie politiche, sei condizioni per il ritorno nel movimento:

  1. revoca delle concessioni autostradali ai Benetton; 
  2. presa di posizione netta sui conflitti di interesse tra gruppi industriali/finanziari e media e sui conflitti di interesse tra banche e politica, "preludio di una battaglia durissima in parlamento";
  3. nessuna deroga al vincolo dei due mandati; 
  4. il M5S dovrà presentarsi solo alle politiche del 2023;
  5. il movimento non voterà mai una legge elettorale senza preferenze; 
  6. la creazione di un comitato di garanzia composto da eletti (non membri del governo) e iscritti al Movimento che abbia il compito di:
    - Dettare regole chiare e trasparenti sulle future nomine sia all'interno dei Ministeri e sia nelle aziende di Stato.
    - Pubblicare nomi e cognomi, curricula e compensi di tutte le persone nominate dagli esponenti del Movimento 5 Stelle nei Ministeri e nelle partecipate di Stato.
    - Realizzare una “mappa del potere” relativa a tutte le nomine pubbliche per fornire a tutti noi cittadini informazioni dettagliate su chi, di fatto, prende scelte significative che riguardano la geopolitica, l'energia, le bollette, l'ambiente, la sicurezza nazionale, la ricerca, la parità di genere, la tutela dei minori, il rispetto della libertà di informazione.

 

In particolare Di Battista pone l'accento sulla realizzazione dei punti 1,2 e 6 sono per "tornare a dare un contributo efficace. 

Gli Stati Generali del M5S

Gli Stati Generali del Movimento Cinque Stelle, originariamente previsti a Roma per il 7 e l'8 novembre, sono stati rimandati al 14 e al 15 novembre e si sono tenuti in formato di videoconferenza per motivazioni legate alla pandemia di Covid-19

Secondo quanto riferito dal Movimento, gli Stati Generali sono l'occasione per discutere ed elaborare le proposte degli attivisti e si articolano su tre livelli di confronto: provinciale, regionale e nazionale.

Tags:
Alessandro Di Battista, M5S, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook