06:42 02 Dicembre 2020
Politica
URL abbreviato
153
Seguici su

Per l'ennesima settimana consecutiva il presidente della Regione Veneto Zaia ha esortato i propri cittadini ad evitare gli assembramenti nel corso del week end per evitare l'aggravarsi della situazione epidemiologica sul territorio.

Il governatore della Regione Veneto Luca Zaia, nel suo briefing giornaliero con la stampa, ha lanciato ancora una volta il proprio monito ai cittadini della sua regione, rammentando che in caso di mancato rispetto delle normative sul distanziamento e di ulteriore aumento dei contagi anche il Veneto potrebbe diventare zona arancione o, addirittura, zona rossa.

Anche se il nostro Rt è a 1,29 c'è sempre la zona arancione se non quella rossa, basterebbe andare in quella arancione per vedere bar e ristoranti chiusi, una piccola anticipazione di una cosa che abbiamo sperimentato e che si chiama lockdown", ha chiarito l'esponente della Lega.

Zaia è quindi ritornato sull'ultima ordinanza approvata dalla Regione Veneto, andando a sottolineare alcuni dei maggiori aspetti della stessa:

"La nostra ordinanza prevede aspetti che consideriamo cruciali, in estrema sintesi questa ordinanza invita a non andare a creare assembramenti Se vuoi passeggiare o fare attività motoria non andare in centro e non affollare le piazze", ha quindi concluso.

Il Covid-19 in Veneto

Sono 3578 i nuovi casi di coronavirus in Veneto, registrati nel bollettino di oggi. In totale sono 241 le persone ricoverate in terapia intensiva. Più in generale, i ricoverati con sintomi sono 1.976. Sale di 52 unità il computo totale dei decessi, arrivando così a quota 2.816.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook