21:47 03 Dicembre 2020
Politica
URL abbreviato
284
Seguici su

Il figlio del fondatore del Movimento Cinque Stelle ha fortemente criticato la due giorni di confronto organizzata dai grillini, mostrando preoccupazione per alcune decisioni definite "già date per acquisite".

Davide Casaleggio non sarà della partita agli Stati Generali del Movimento Cinque Stelle che iniziano quest'oggi. Ad affermarlo, con un durissimo post pubblicato sulla propria pagina Facebook, è proprio il figlio del fondatore del Movimento grillino, il quale ha preso le distanze dall'evento.

"Alcuni giornali si interrogano sulla mia eventuale presenza agli Stati Generali del Movimento 5 Stelle. Ho ricevuto ieri l'invito a partecipare nella discussione di domenica. Ho deciso di declinare perché ritengo che se ci sono delle regole di ingaggio, queste debbano essere rispettate", è stata la critica di Casaleggio.

Il presidente dell'Assocazione Rousseau ha quindi fatto notare come, a suo avviso, "le persone che dibatteranno dei nostri valori dovrebbero in primis aver rispettato le regole che abbiamo oggi".

"Non vorrei che si arrivi al paradosso che a scrivere le regole siano anche coloro che per primi non le rispettano. Probabilmente tutto ciò potrebbe dare l'integritá e la trasparenza che merita questo percorso", ha sentenziato il figlio di Gianroberto Casaleggio.

No a "decisioni già date per acquisite"

Ma la maggiore critica, Casaleggio la rivolge al documento che guiderà la discussione della prima giornata, contestando il fatto che a suo modo di vedere molte delle decisioni da prendere siano in effetti già state prese.

"Leggendo il documento di guida della discussione del primo giorno, registro che molte decisioni sono già state date per acquisite e si chiedono solo i dettagli. Su altre, come la questione sul vincolo dei due mandati l'indicazione dai territori è stata chiara, ossia che rimanga intoccabile, ma al primo punto del documento guida si indica esplicitamente di dibattere su eventuali deroghe da adottare", ha proseguito

In conclusione, il presidente di Rousseau ha auspicato che al termine del congresso siano resi pubblici " i voti sia dei delegati del sabato sia dei relatori della domenica prima dell'evento, come anche i verbali delle riunioni provinciali e regionali, nella versione originale, che riportino i risultati degli incontri ufficiali nei quali tutti hanno potuto partecipare e che oggi non sono pubblici"

Gli Stati Generali del M5S

Gli Stati Generali del Movimento Cinque Stelle, originariamente previsti a Roma per il 7 e l'8 novembre, sono stati rimandati al 14 e al 15 novembre e si terranno in formato di videoconferenza per motivazioni legate alla pandemia di Covid-19

Secondo quanto riferito dal Movimento, gli Stati Generali sono l'occasione per discutere ed elaborare le proposte degli attivisti e si articolano su tre livelli di confronto: provinciale, regionale e nazionale.

 

 

 




 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook