18:28 28 Novembre 2020
Politica
URL abbreviato
0 21
Seguici su

Luigi De Magistris pronto a firmare l'ordinanza che aveva definito clamorosa e con cui proverà a scongiurare gli assembramenti sulle vie del passeggio di Napoli.

Il sindaco di Napoli Luigi De Magistris dovrebbe firmare nel pomeriggio l’ordinanza che aveva annunciato alcuni giorni fa definendola “iniziativa clamorosa” e volta a scongiurare gli assembramenti sulle principali vie e piazze del passeggio partenopeo, tra cui il Lungomare via Caracciolo e via Toledo.

Prima della firma De Magistris ha presentato l’ordinanza al prefetto di Napoli Marco Valentini per rappresentare la sua iniziativa, riporta l’Adnkronos.

Ma cosa prevede l’ordinanza di De Magistris per Napoli?

Il sindaco della città metropolitana afferma che con il provvedimento mette “in campo azioni per cercare di contenere l’assembramento” con la finalità di “dimostrare al Governo nazionale e al governo regionale che, dopo 20 giorni di mie sollecitazioni, ancora non ci dicono se la realtà è uguale ai dati”, ha affermato intervistato da Radio 24.

Tuttavia il sindaco non elenca esplicitamente i provvedimenti perché, dice: “Sono abituato a commentare i provvedimenti dopo”.

E aggiunge, come aveva più volte detto in precedenza, che: “Sicuramente non chiudo singole strade e non chiudo tutta la città. Faremo un lavoro tutti quanti insieme per intervenire dove si formano gli assembramenti, lo faranno le persone che collaborano da sempre: forze di polizia, prefetto, sindaco e cittadini, perché – sottolinea De Magistris – il cittadino non è colpevole di tutta questa storia”.

L’Esercito a Napoli

Sull’Esercito a Napoli De Magistris commenta che lo trova appropriato se si tratta di mandare “i medici dell’Esercito”, ma se si tratta di mandare l’Esercito “per controllare la gente che cammina per strada mi sembra una misura totalmente inappropriata”.

Tags:
Campania, Coronavirus, Napoli
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook