03:23 28 Novembre 2020
Politica
URL abbreviato
Tensione nel Nagorno-Karabakh (121)
122
Seguici su

La Turchia e la Russia hanno firmato un memorandum sul centro per il controllo del cessate il fuoco nel Nagorno-Karabakh, ha riferito oggi il presidente turco Recep Tayyip Erdogan.

"Prenderemo parte con la Russia ad una missione congiunta di mantenimento della pace nel Karabakh. Questa mattina è stato firmato un memorandum d'intesa relativo al centro di controllo e monitoraggio congiunto russo-turco", ha detto Erdogan, rivolgendosi al Parlamento turco.

In precedenza il capo di Stato turco aveva sottolineato che la tregua nel Nagorno-Karabakh evidenzia l'importanza della cooperazione tra Russia e Turchia.

Tregua nel Nagorno-Karabakh con mediazione russa

In precedenza i leader di Russia, Armenia e Azerbaigian avevano adottato una dichiarazione congiunta sul cessate il fuoco nel Nagorno-Karabakh. Secondo quanto affermato dal presidente russo Vladimir Putin, da martedì 10 novembre è iniziato un cessate il fuoco totale nel Nagorno-Karabakh, l'Azerbaigian e l'Armenia si fermano sulle loro posizioni occupate e devono scambiarsi i prigionieri di guerra. Inoltre le forze di pace russe saranno schierate nel Karabakh. Il contingente di forze di pace della Federazione Russa nel Nagorno-Karabakh comprende 1.960 militari, 90 veicoli corazzati da trasporto, 380 unità di equipaggiamento militare.

Il premier armeno Nikol Pashinyan ha osservato nella sua dichiarazione su Facebook che questo accordo è stata una decisione estremamente difficile per lui. A sua volta il presidente azerbaigiano Ilham Aliyev ha definito la firma del documento come una resa dell'Armenia. Secondo Aliyev, l'accordo è più vantaggioso per Baku, ora la fase militare è terminata ed è possibile concentrarsi ai negoziati e alle questioni politiche.

Tema:
Tensione nel Nagorno-Karabakh (121)
Tags:
Azerbaigian, Armenia, Nagorno-Karabakh, Situazione nel Nagorno-Karabakh, Turchia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook