22:19 03 Dicembre 2020
Politica
URL abbreviato
28334
Seguici su

Il procuratore generale degli Stati Uniti William Barr ha autorizzato gli avvocati federali ad avviare indagini sulle accuse nelle irregolarità di voto prima che i risultati delle elezioni presidenziali del 2020 siano certificati, si afferma in un memorandum ottenuto da Sputnik.

"Autorizzo a perseguire accuse sostanziali d'irregolarità nel voto e nella catalogazione dei voti" prima della certificazione delle elezioni nelle vostre giurisdizioni in alcuni casi, come ho già fatto in casi specifici", afferma Barr nel memorandum.

Barr ha aggiunto che le indagini e le revisioni potrebbero essere avviate se ci sono accuse chiare e credibili di irregolarità di voto, che se vere, potrebbero avere un impatto sul risultato di un'elezione federale in uno stato americano.

Barr ha detto che le gravi accuse di irregolarità nel voto e nella catalogazione dei voti dovrebbero essere gestite con grande cura, aggiungendo che le accuse che sono affermazioni speculative o inverosimili non dovrebbero essere una base per l'avvio di indagini federali.

La critiche di Trump al voto per corrispondenza

Il presidente in carica Donald Trump è stato uno dei principali critici del processo di voto per corrispondenza, affermando che apre il sistema a potenziali frodi elettorali. Il candidato democratico Joe Biden è stato annunciato come il vincitore delle elezioni da tutti i principali media. Tuttavia, Trump ha anche rivendicato la vittoria, affermando che le elezioni sono state rubate tramite una massiccia frode perpetrata in vari stati degli Stati Uniti e sta contestando i risultati delle elezioni in tribunale.

Correlati:

Il Time pubblica la classifica delle 100 persone più influenti al mondo: tra politici Merkel e Trump
USA, 31enne ucciso a Seattle durante i festeggiamenti per Biden
Coronavirus, USA: con Biden presidente verso la mascherina obbligatoria in tutti gli stati
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook