02:39 04 Dicembre 2020
Politica
URL abbreviato
0 31
Seguici su

Per De Magistris l'eventuale decisione di introdurre un nuovo lockdown generalizzato dovrebbe essere condivisa ad ogni livello della politica, dal Governo centrale fino ad arrivare agli amministratori locali.

Anche il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, è intervenuto sul possibile lockdown nel comune partenopeo, situato in una delle regioni maggiormente interessate da questa seconda ondata di Covid-19: la Campania.

In una conversazione telefonica tenuta ieri con il ministro della Salute, Roberto Speranza, De Magistris ha fatto capire di aspettarsi che un'eventuale nuova quarantena generalizzata sia decisa a larga maggioranza e con il coinvolgimento di tutti gli attori politici direttamente interessati, sindaci in primis:

"Qualsiasi misura più restrittiva, a maggior ragione un eventuale lockdown, deve essere decisa da tutti: Governo nazionale, governo regionale e governo della città", sono state le parole del primo cittadino partenopeo.

De Magistris ha quindi spiegato che il Ministero della Salute provvederà ad attivarsi "per farci avere, nel giro di pochi giorni, un focus analitico sulla situazione di Napoli e Milano" per garantire un lavoro a stretto contatto con i comuni interessati.

Sala: "Voglio essere partecipe della decisione"

Un pensiero simile era stato espresso nelle ore precedenti anche dal sindaco di Milano, Beppe Sala il quale, pur non escludendo a prescindere l'ipotesi del lockdown, aveva chiesto di essere reso partecipe dell'eventuale decisione.

Il Covid-19 in Italia

Secondo l'ultimo bollettino del ministero della Salute, diffuso nella giornata di ieri, nelle ventiquattro ore precedenti sono stati rilevati 24.991 nuovi casi di Covid-19, con 198.952 tamponi eseguiti, per un tasso di positività pari al 12,6%, in calo dello 0,1% rispetto alla giornata precedente.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook