03:19 28 Novembre 2020
Politica
URL abbreviato
Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali (134)
6117
Seguici su

L'ex candidata alla presidenza in Bielorussia, leader dell'opposizione bielorussa Svetlana Tikhanovskaya, ha affermato che i paesi europei possono fornire assistenza per miliardi di dollari per sostenere le riforme future nella repubblica in caso di cambio di potere.

"Molti paesi dell'UE, in particolare Polonia, Romania, Lituania, hanno preparato un progetto di assistenza sulle riforme future. Si parla di miliardi di dollari. Molte aziende private sono pronte a fornire un piano d'investimenti per la futura Bielorussia", ha detto Tikhanovskaya durante una trasmissione sul canale YouTube, dedicata all' "ultimatum del popolo".

Tikhanovskaya ha parlato anche del sostegno delle autorità dei paesi europei. "La maggior parte dei paesi sostiene il nostro popolo nella lotta per una nuova Bielorussia, più di 50 paesi hanno già adottato sanzioni contro Lukashenko, i funzionari, contro coloro che sono colpevoli dei pestaggi e delle falsificazioni delle elezioni" ha detto la politica.

Secondo lei, "i paesi europei stanzieranno denaro per sostenere prigionieri politici, organizzazioni per i diritti umani, avvocati, giornalisti e media bielorussi potranno continuare il loro lavoro, riceveranno assistenza per attrezzature e mezzi". "Si sta lavorando molto sui sindacati... Stiamo accettando di creare un progetto per sostenere l'autogoverno delle persone", ha detto l'ex candidata.

Tikhanovskaya ha anche affermato che nella Repubblica Ceca, in Polonia, in Lituania sono in corso di attuazione programmi per riabilitare le vittime durante la dispersione delle proteste.

L'ultimatum

Il 13 ottobre la leader dell'opposizione bielorussa Svetlana Tikhanovskaya aveva lanciato un ultimatum al presidente Lukashenko, chiedendo le sue dimissioni, la fine delle violenze nelle strade e la libertà per tutti i "prigionieri politici". Ha chiesto alle autorità di completare queste richieste entro il 25 ottobre.

In caso contrario il Paese sarà travolto da proteste di massa, scioperi nazionali, blocchi e disobbedienza civile.

Proteste in Bielorussia

In Bielorussia continuano le proteste dopo le contestatissime elezioni presidenziali del 9 agosto, che hanno conferito il 6° mandato ad Alexandr Lukashenko, al potere dal 1994.

Secondo i dati ufficiali, Lukashenko ha ottenuto l'80,1% dei voti, seguito da Svetlana Tikhanovskaya, con il 10,12%.

L'opposizione bielorussa ha denunciato numerose irregolarità elettorali e ha chiesto la ripetizione delle elezioni, opzione bocciata dallo stesso Lukashenko.

Tema:
Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali (134)

Correlati:

Bielorussia, ultimatum dell'oppositrice Tikhanovskaya alle forze di sicurezza del suo Paese
Dopo l'incontro con Macron la Tikhanovskaya invitata a Berlino
Bielorussia Svetlana Tikhanovskaya presenta un ultimatum a Lukashenko
Tags:
Bielorussia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook