18:38 25 Novembre 2020
Politica
URL abbreviato
0 12
Seguici su

La nave da ricerca turca Oruc Reis condurrà l'esplorazione geologica dei depositi di idrocarburi nelle aree contese del Mediterraneo orientale fino al 4 novembre, ha dichiarato domenica l'Ufficio di navigazione, idrografia e oceanografia delle forze navali turche.

La Turchia ha emesso un nuovo avviso internazionale Navtex, secondo il quale la nave Oruc Reis condurrà ricerche con le navi Ataman e Cengizhan a sud dell'isola greca di Kastelorizo.

Le acque territoriali delle isole greche nel Mar Egeo sono definite a sei miglia nautiche. Ankara ha affermato che la nave opera esclusivamente sulla piattaforma continentale turca a 15 chilometri (9,3 miglia) dalla costa della Turchia e 425 chilometri (264 miglia) al largo della costa della Grecia.

Le tensioni tra Grecia e Turchia nel Mediterraneo orientale

L'11 ottobre, la Turchia ha annunciato che Oruc Reis condurrà ricerche con le navi Ataman e Cengizhan a sud di Kastelorizo ​​dal 12 al 22 ottobre. La missione è stata successivamente prorogata fino al 27 ottobre. Il ministero degli Esteri greco ha affermato che l'area appartiene alla piattaforma continentale greca e si trova a sole 6,5 miglia nautiche dalla costa di Kastelorizo.

Le relazioni tra Atene e Ankara si sono deteriorate all'inizio di quest'anno quando la Turchia ha iniziato a perforare il gas in aree che Grecia e Cipro rivendicano come parte delle loro zone economiche esclusive. Le operazioni turche sono state condannate dalla Grecia e dall'UE, con Bruxelles che ha minacciato la Turchia di sanzioni, ma Ankara ha rifiutato di interrompere le trivellazioni.
 

Correlati:

La Grecia rifiuta il negoziato con la Turchia e chiede il ritiro della nave Oruc Reis
Mediterraneo orientale, nave di ricerca turca Oruc Reis lascia la zona marittima contesa
Erdogan: la nave Oruc Reis continuerà le esplorazioni nel Mediterraneo orientale fino al 23 agosto
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook