03:45 04 Dicembre 2020
Politica
URL abbreviato
633
Seguici su

Il percorso verso la riunificazione della Germania non è stato facile: in Unione Sovietica e in tutta Europa c'erano dubbi e ansia al riguardo, peraltro fondati, perché il ricordo della guerra scatenata dal regime nazista non era stato cancellato nelle menti delle persone, ha dichiarato l'ex presidente sovietico Michail Gorbaciov.

L'accordo per la riunificazione della Germania quest'anno celebra il suo 30° anniversario. Il documento, firmato il 12 settembre 1990 dai rappresentanti della Ddr e della Repubblica Federale Tedesca, nonché da Gran Bretagna, Francia, Urss e Stati Uniti, ha creato le condizioni di politica estera per l'unificazione della Germania il 3 ottobre dello stesso anno.

"Il percorso per arrivarci non è stato facile. Non avrebbe potuto essere agevole... La situazione era tesa, ogni passo incauto poteva portare ad un'esplosione. In Europa, anche nel nostro Paese, c'erano dubbi, c'era ansia. Il ricordo della guerra devastante scatenata dal regime hitleriano non era stato cancellato nelle menti della gente", ha detto Gorbaciov in un videomessaggio ai partecipanti del forum online "30 anni del Trattato 2+4".

Ha ricordato che il popolo sovietico ha subito perdite senza precedenti in quella guerra. Pertanto, nell'unificazione della Germania, la posizione assunta dall'Unione Sovietica è stata fondamentale, ha sottolineato il politico. Secondo l'ex presidente sovietico, saggezza, resistenza, profondità di pensiero e visione del futuro erano richieste dai leader politici dell'epoca.

"Nonostante le difficoltà, gli ostacoli ed i rischi, siamo riusciti a compiere un importante atto storico. Sono stati firmati documenti che hanno gettato le basi per la sicurezza in Europa nelle nuove condizioni", ha aggiunto l'ex leader sovietico.

Gorbaciov ritiene che la riunificazione della Germania sia stata generalmente il risultato dei cambiamenti nella seconda metà degli anni '80, e il primo impulso a questo processo è stato dato dai cambiamenti iniziati proprio nell'Unione Sovietica con la sua politica di riforme: perestrojka e trasparenza (glasnost). Avendo concesso al popolo dell'Unione questi diritti e queste libertà, la leadership sovietica non poteva interferire con le aspirazioni dei popoli dei Paesi vicini, ha detto Gorbaciov.

"E quando il vento del cambiamento ha spazzato questi Paesi, abbiamo dimostrato: le nostre parole sulla libertà di scelta non erano retorica vuota. Le abbiamo confermate con le nostre azioni, la nostra posizione politica. E uno dei risultati più importanti di questo è stata la riunificazione della Germania", ha sottolineato l'ultimo leader sovietico.

In precedenza proprio il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier aveva affermato che il coraggio del leader sovietico Michail Gorbaciov era stato uno dei fattori determinanti per la riunificazione della Germania trent'anni fa.

Tags:
Nazismo, Storia, Germania, URSS, Michail Gorbaciov
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook