14:19 31 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
317
Seguici su

La prossima sessione del Parlamento europeo che si sarebbe dovuta svolgere il 19-22 ottobre a Strasburgo, sarà effettuata in remoto a causa della diffusione del coronavirus. Lo ha annunciato il presidente David Sassoli.

Sassoli ha dichiarato che la prossima sessione del Parlamento Europeo, fissata per il 19-22 ottobre, non si terrà presso la sua sede a Strasburgo. Il motivo è la situazione epidemiologica in Francia. Inoltre, la plenaria non sarà spostata a Bruxelles, come nell'occasione della scorsa seduta.

"Annuncio con rammarico che la plenaria della settimana prossima non si svolgerà a Strasburgo, ma sarà in remoto. La situazione in Francia e Belgio è molto grave. Gli spostamenti costituiscono un pericolo", ha scritto il presidente del Parlamento europeo in un tweet.

Sassoli ha aggiunto che Strasburgo rimane la sede dell'Europarlamento.

"Faremo di tutto per tornare", ha dichiarato.

In precedenza Sassoli aveva reso noto lo spostamento della sessione del Parlamento europeo del 5-8 ottobre da Strasburgo a Bruxelles. Il fatto era stato contestato dal presidente francese Emmanuel Macron, il quale aveva affermato che la situazione epidemiologica a Strasburgo non era molto diversa da quella della capitale belga.

La Francia, dopo aver registrato oltre 22mila casi di contagio dal coronavirus in un giorno, ieri ha imposto il corpifuoco dalle 21 di sera alle 6 del mattino per le prossime 4 settimane nelle aree metropolitane con la situazione epidemiologica più grave. Nel frattempo, i casi aumentano anche in Belgio: oltre 2mila unità giornaliere dal 2 ottobre e 7.360 nuovi casi registrati ieri.

Secondo le norme vigenti, a Strasburgo devono tenersi 12 sessioni del Parlamento Europeo l'anno. La maggior parte del lavoro viene svolto dai parlamentari europei a Bruxelles.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook