00:41 22 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
16175
Seguici su

Matteo Salvini spera che il governo italiano non pensi a nuovi lockdown, perché sarebbe la morte. Ma volentieri metterebbe in quarantena il concorso per gli insegnanti.

“Attenti sì, distanti sì, mascherati sì, però non chiusi in casa”, lo dice Matteo Salvini a margine del Wine Week a Milano.

“Spero che al governo non ci sia nessuno che pensi di tornare a chiudere ancora locali, negozi, bar, fabbriche, scuole, perché si rischia di morire”, ha precisato Matteo Salvini.

Al quale ha però risposto Luigi Di Maio ospite su Rai 3 di Lucia Annunziata, il quale ha garantito che non ci sarà il lockdown 2, perché il sistema produttivo italiano non se lo può permettere.

Anche il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è tornato sull’argomento nella recente intervista concessa al programma televisivo di Rai Uno, ‘Sette Storie’ condotto dalla giornalista Monica Maggioni.

Conte ha garantito che non ci sarà il lockdown perché le condizioni sono mutate e non è più come nella prima fase quando la pandemia era fuori controllo.

Sospendere il concorso insegnanti

Solo una cosa Salvini metterebbe volentieri in lockdown, ed è “il concorso straordinario per migliaia di insegnanti fissato per metà ottobre. Una follia, quello sì, lo eviterei. Eviterei questo supplizio agli insegnanti e agli studenti”.

Correlati:

Sindaco di Bari su video serata in discoteca: "Non venite a piangere se ci sarà nuovo lockdown"
Napoli, Monte di Procida in semi-lockdown. Anche le scuole resteranno chiuse
Lockdown 2? Per Di Maio non ci sarà in Italia, non ce lo possiamo permettere
Tags:
Matteo Salvini
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook