13:14 21 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
617
Seguici su

Speranza conferma che il governo valuta l'uso della mascherina all'aperto a livello nazionale, ma si valuterà dopo il confronto con il Parlamento. La situazione richiede comunque più rigore.

Conte da Bruxelles lo aveva annunciato come una eventualità da valutare con le Regioni, ma ora il ministro della Salute Roberto Speranza è più concreto e afferma che l’uso della mascherina all’aperto a livello nazionale “è una delle ipotesi che stiamo valutando” come governo.

Ma rassicura che sarà ascoltato prima il Parlamento, come aveva chiesto a gran voce la presidente del Senato Casellati, e quindi “il governo farà le sue scelte.

Speranza è ospite, a distanza, di Mezz’Ora in più di Lucia Annunzia, in onda come ogni domenica pomeriggio su Rai 3.

Il ministro viene stimolato dalla giornalista a proposito della partita di calcio Juventus – Napoli, ma Speranza non coglie con simpatia la domanda anzi sembra quasi sorpreso e infatti risponde affermando che la partita non si giocherà “mi pare che è già deciso”. In realtà il ministro non è informato della decisione della Lega di Serie A di giocare la partita.

E il motivo di questa sua minore attenzione al tema calcistico la spiega subito.

“Parliamo troppo di calcio. Con tutto il rispetto. Io so che intorno al calcio ci sono interessi economici, ci sono tante persone che lavorano e che vanno rispettate, però attenzione, le cose importanti in questo momento sono altre.”

E accanto al lavoro dei sanitari, Speranza sottolinea l’interessamento per le “nostre scuole” che considera “un punto fondamentale di ripartenza del Paese. Allora insisto, un po’ meno calcio e un po’ più scuola se possibile. Anche nel dibattito pubblico”, conclude il ministro.

​I numeri nelle scuole

Ed a proposito dei casi covid-19 riscontrati nelle scuole, Speranza ricorda che “sono ancora assolutamente sostenibili”. Le scuole che hanno presentato casi sono un migliaio in tutta Italia, “ci sono stati pronti interventi da parte dei dipartimenti territoriali e delle aziende sanitarie.”

La crescita dei casi in Italia

Anche se non abbiamo gli stessi livelli degli altri Paesi europei, “ora siamo in una fase di crescita significativa del contagio” sottolinea Speranza, quindi è giusto elevare la soglia di attenzione e rafforzare le tre regole fondamentali: mascherine, distanziamento interpersonale e lavarsi le mani.

Correlati:

Conte su obbligo mascherina all’aperto in tutta Italia: confronto con Regioni e delibereremo
Sgarbi su obbligo mascherine nel Lazio: Zingaretti limita nostra libertà, denunciamolo
In arrivo nuovo dpcm: possibili mascherine obbligatorie all'aperto e locali chiusi alle 23
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook