14:14 31 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali (128)
1351
Seguici su

Il Cremlino ha fornito i dettagli di una precedente conversazione telefonica tra i presidenti di Russia e Bielorussia, Vladimir Putin e Alexander Lukashenko.

Ricordiamo che la conversazione telefonica si è svolta su iniziativa della parte bielorussa.

Durante i colloqui, le parti hanno confermato l'intenzione comune di rafforzare la cooperazione tra Russia e Bielorussia.

"Le questioni di attualità dell'agenda bilaterale sono state discusse ponendo l'accento sull'attuazione degli accordi raggiunti durante il vertice di Sochi del 14 dicembre", si legge nel comunicato del Cremlino.

Inoltre Putin e Lukashenko hanno discusso della situazione in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali dello scorso 9 agosto.

"Sono stati considerati anche vari aspetti della situazione post-elettorale nella Repubblica, tenendo conto dei tentativi in ​​corso di interferire dall'esterno", prosegue la nota del Cremlino.

Oggi si è saputo che le autorità bielorusse rivaluteranno le relazioni diplomatiche con la Ue dopo l'introduzione delle sanzioni di Bruxelles.

Proteste in Bielorussia

Proteste di massa dell'opposizione sono scoppiate in tutta la Bielorussia dopo le elezioni presidenziali del 9 agosto che hanno visto il presidente Alexander Lukashenko essere rieletto per un sesto mandato. Mentre le autorità elettorali sostengono che Lukashenko abbia raccolto oltre l'80% dei voti, l'opposizione insiste che la sua principale contendente, Svetlana Tikhanovskaya, abbia vinto le elezioni. I dati dell'opposizione accusano anche le forze di sicurezza di ricorrere a violenze eccessive durante le proteste.

Tema:
Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali (128)
Tags:
Cremlino, Bielorussia, Russia, Vladimir Putin, Alexander Lukashenko
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook