10:38 20 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
703
Seguici su

Laura Castelli ha chiarito che la riforma del fisco sarà tra le priorità del Governo, sottolineando la necessità di accelerare su questo fronte.

In un'intervista rilasciata al Corriere della Sera, il viceministro dell'Economia e delle Finanze Laura Castelli è tornata sulla questione della riforma del fisco, spiegando che l'intenzione del Governo italiano è quella di fare passi rapidi passi in avanti in questa direzione.

"Accelerare sulla riforma del fisco, proseguendo nell’azione che abbiamo già intrapreso per la riduzione delle tasse. Dobbiamo semplificare il rapporto tra cittadini, imprese e Stato, riducendo anche molti degli adempimenti che, grazie alla digitalizzazione, stanno diventando superflui", sono state le parole del viceministro.

La Castelli ha quindi precisato che le prossime mosse in tal senso saranno discusse nel corso del prossimo incontro sulla Nota di aggiornamento al DEF, in programma nella serata di oggi:

"Oggi ne parleremo anche con gli alleati di Governo nell’incontro sulla Nota di aggiornamento al DEF, per delineare i prossimi passi. È importante riaprire immediatamente il tavolo della riforma fiscale".

Il Reddito di cittadinanza

Nella sua intervista la parlamentare del Movimento Cinque Stelle ha quindi fatto il punto sul Reddito di cittadinanza, ribadendo l'imprescindibilità della misura, ma aprendo ad un confronto Governo-Parlamento sul tema:

"Tutte le grandi riforme hanno bisogno di un tagliando. Dal Reddito non si torna indietro, ma è una riforma che va completata. Ci sono emendamenti di modifica presentati anche dal Movimento, il confronto sarà serio e a tutti i livelli", ha chiarito la Castelli.

Quota 100, MES e possibilità di rimpasto

Il vicetitolare di Via XX Settembre ha quindi affrontato altri due temi centrali nell'agenda di Governo, ovvero la mancata proroga di Quota 100, definita una "misura sperimentale", e il MES.

Riguardo a quest'ultimo, la Castelli ha affermato che sarà discusso "quando sarà il momento", in ragione del fatto che la priorità attuale della maggioranza è quella di concentrarsi sul Recovery Plan, definito "un’occasione unica di sviluppo e rilancio" per l'Italia.

Chiusura totale, invece, ad un'ipotesi di rimpasto, con l'esponente grillina che ha sottolineato la centralità delle idee del Movimento nell'azione del Governo:

"Le nostre idee sono centrali nell’azione di Governo, e sarà così fino alla fine della legislatura. I cittadini ci hanno dato il loro consenso sulla base di temi e proposte che oggi noi dobbiamo realizzare, come il taglio dei parlamentari", ha concluso la Castelli.

Nelle stesse ore a Roma dall'assemblea di Confindustria, Carlo Bonomi aveva chiesto al governo lo stop al sostituto d'imposta e che i lavori dipendenti paghino l'Irpef come gli autonomi.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook