13:38 21 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
0 41
Seguici su

Il ministro degli Esteri cinese Wang Yi manda un messaggio alla comunità internazionale: la Cina non si tira indietro e continuerà a fornire assistenza ai paesi stranieri nella lotta al coronavirus.

La Cina continuerà a fornire tutta l'assistenza possibile ai paesi che hanno bisogno di sostegno nella lotta contro l'epidemia del coronavirus, ha dichiarato lunedì il ministro degli Esteri cinese Wang Yi.

Il capo della diplomazia cinese ha aperto con il suo intervento il forum  “Ordine internazionale e amministrazione globale nell'era post-COVID-19" (The Lanting Forum on International Order and Global Governance In the Post-COVID-19 Era), ospitato a Pechino.

"La Cina ha raggiunto risultati importanti nella prevenzione e nel controllo dell'epidemia, nonché nel recupero della produzione, ma siamo ben consapevoli che il benessere e la salute dei popoli è strettamente legato al popolo cinese. Continueremo in maniera sincera, sulla base delle nostre esperienze, a fornire tutta l'assistenza possibile ai paesi bisognosi", ha detto Wang Yi.

Il diplomatico ha anche ringraziato tutti coloro che hanno offerto grandi aiuti alla Cina nella lotta contro l'epidemia.

Wang Yi ha osservato che al momento la Cina ha fornito aiuti umanitari e finanziari a 150 stati e organizzazioni internazionali.
USA contro Cina sulla responsabilità per il COVID-19

Alla 75° assemblea generale dell'ONU il presidente americano Donald Trump ha accusato la Cina della negligenza nel trattamento della diffusione del coronavirus. "Dobbiamo rendere responsabile la Cina che ha diffuso questa piaga nel mondo", ha detto Trump.

Il presidente cinese Xi Jinping nel suo intervento ha risposto al presidente americano, invitandolo a non fare le accuse infondate: “ogni tentativo di politicizzare o stigmatizzare la pandemia deve essere respinto".

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook