15:02 31 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
0 22
Seguici su

Macron torna a parlare del Libano: conferma lo svolgimento di una conferenza internazionale per gli aiuti sotto l'egida ONU entro fine ottobre ed attacca i politici libanesi per non aver rispettato gli impegni presi.

La Francia insieme all’ONU organizzerà una nuova conferenza per fornire l’assistenza internazionale al popolo libanese entro fine ottobre, ha affermato il presidente francese Emmanuel Macron.

"Noi insieme all’ONU e altri partner europei organizzeremo una nuova conferenza per mobilitare l’assistenza internazionale a Beirut e al popolo libanese", ha detto Macron domenica in una conferenza stampa.

Il capo di Stato francese ha osservato che tale conferenza seguirà quella che si è svolta lo scorso 9 agosto.

"Risponderemo ai fabbisogni nei settori di sanità, istruzione, edilizia abitativa e alimentazione", ha sottolineato.

Commentando il rifiuto delle forze politiche libanesi di formare il nuovo governo, Macron ha affermato che esse non hanno voluto rispettare i propri obblighi nei confronti della Francia e della comunità internazionale.

"Hanno deciso di tradire questi impegni", ha detto Macron.

Ieri il primo ministro ad interim del Libano Mustapha Adib ha annunciato le proprie dimissioni ed ha dichiarato di aver abbandonato gli sforzi per formare il nuovo governo.

Secondo le condizioni del presidente francese Macron, il premier incaricato avrebbe dovuto formare un nuovo consiglio dei ministri in Libano entro il 14 settembre. Macron si sarebbe impegnato a tenere una conferenza sugli aiuti al Libano a Parigi ad ottobre se Adib avesse adempito agli obblighi presi. 

Inoltre, il processo di formazione del governo è diventato più difficile dopo che gli Stati Uniti hanno imposto nuove sanzioni unilaterali nei confronti di due ex ministri che l'amministrazione americana ha accusato dei legami con il movimento sciita Hezbollah.

Parigi aveva affermato che in assenza di riforme reali entro dicembre la Francia abbandonerà la sua missione di mediazione e non persuaderà la comunità internazionale a fornire assistenza al Libano.

Il Libano paralizzato dopo l'esplosione al porto di Beirut

Il Libano è di fatto senza governo da quasi due mesi. Mustapha Adib, l'ex ambasciatore del Libano in Germania, era stato designato come nuovo primo ministro il 31 agosto scorso con l'incarico di formare un governo di crisi, dopo le dimissioni del precedente governo a causa della crisi economica e politica in cui versa il Paese, aggravatasi dopo l'esplosione avvenuta nel porto di Beirut lo scorso 4 agosto.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook