15:03 24 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
123
Seguici su

Possono tirare un sospiro di sollievo i frontalieri dei Paesi Ue, anche italiani, che potranno continuare a circolare liberamente nel territorio elvetico.

Il referendum proposto dalla destra svizzera dell'Udc con l'obiettivo di controllare e limitare gli ingressi nel Paese dei cittadini stranieri, anche europei, è stato bocciato dall'elettorato elvetico.

Secondo i risultati provvisori con un'affluenza pari a circa il 59%, più del 61% dei votanti ha votato contro l'iniziativa popolare "per un'immigrazione moderata", mentre i sì si sono fermati al 38,3%.

Analizzando i risultati del voto a livello locale, a Ginevra i contrari hanno sfiorato il 70%, nella capitale Berna le percentuali rispecchiano il risultato nazionale, mentre nel Ticino, il cantone confinante con l'Italia, in controtendenza hanno prevalso i sì col 53%. 

In caso di vittoria della proposta della destra populista elvetica, osteggiata da tutte le altre forze politiche, sarebbero stati messi in pericolo tutti gli accordi di libera circolazione con l’Unione Europea con conseguenze sui frontalieri italiani e francesi che ogni giorno varcano il confine per lavoro. 

Gli elettori svizzeri dovevano esprimersi in questa giornata anche sullo stanziamento di 6 miliardi di franchi per il rinnovamento della flotta dell'aviazione militare.

Al referendum sul decreto federale per l’acquisto di nuovi aerei da combattimento ha partecipato il 59.41% degli aventi diritto

  • i sì hanno vinto con il 50,14%
  • al no è andato il 49,86%

Da notare che i risultati definitivi saranno pubblicati dopo la convalida da parte del Consiglio federale, circa due mesi dopo la votazione odierna.

Tags:
Società, Unione Europea, Schengen, Immigrazione, referendum, Svizzera
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook