00:43 30 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
8112
Seguici su

A luglio, gli Stati Uniti hanno chiuso il consolato cinese a Houston, in Texas, dichiarando il luogo un centro di spionaggio per tentare di rubare dati medici relativi allo sviluppo del vaccino contro il coronavirus.

Il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha dichiarato al New York Post in un'intervista mercoledì che il Consolato cinese a New York City è un hub per lo spionaggio sul suolo americano, in seguito all'arresto di un ufficiale del NYPD accusato di spionaggio per conto di Pechino.

"Sono impegnati in attività in cui stanno attraversando il confine dalla normale diplomazia; attività che sarebbero più simili a ciò che fanno le spie", ha detto Pompeo, riferendosi al consolato cinese con sede a New York.

La decisione di chiudere il consolato è arrivata dopo che un agente della Polizia di New York, Baimadajie Angwang, è stato accusato all'inizio di questa settimana di servire come agente per il governo cinese e di averlo aiutato a trovare informazioni sui tibetani di New York City - un'accusa negata da Pechino come "completamente fabbricata ".

Nonostante Pechino abbia respinto le accuse, Pompeo ha insistito sul fatto che il Consolato di New York è collegato allo spionaggio e ha avvertito che sono in arrivo altri arresti di diplomatici e agenti.

Questa non è la prima volta che i consolati cinesi nel paese sono stati presi di mira dall'amministrazione Trump, poiché all'inizio di luglio Houston ha visto la chiusura del suo consolato cinese sulle stesse accuse, dopo che l'FBI ha accusato i dipendenti di partecipare a un'operazione per furto di medicinali e dati su un vaccino COVID-19 e a tentativi d'infiltrarsi nelle industrie del petrolio e del gas.

"L'abbiamo chiuso perché sono impegnati nello spionaggio e questo è un termine legale. Non è solo un termine da romanzo lo spionaggio. È un'analisi molto basata sui dati, analitica e basata sui fatti che dice: "No, questo è spionaggio, è illegale e, quindi, ti rimanderemo indietro", ha affermato Pompeo mercoledì.

Inoltre sono emersi nuovi rapporti che affermano che la "rete di spionaggio" di Pechino avrebbe preso il controllo del paese. Secondo The Post, citando funzionari del DoJ anonimi, il presunto schema di spionaggio ha trovato la sua strada in oltre 25 città.

“Quella rete è supportata dai consolati qui. I consolati hanno fornito agli individui di quella rete indicazioni su come eludere e ostacolare le nostre indagini ", ha citato il funzionario anonimo The Post, che ha anche osservato che il consolato di Houston è "solo la punta dell'iceberg".

Le relazioni USA-Cina

Le amministrazioni del presidente degli Stati Uniti Donald Trump e del presidente cinese Xi Jinping non hanno avuto relazioni amichevoli di recente, poiché la Casa Bianca punta il dito contro Pechino quando si tratta di molti problemi interni ed esteri: la pandemia di coronavirus, il commercio, la sicurezza nazionale e lo sviluppo tecnologico. Secondo la Casa Bianca, la Cina è da incolpare per l'epidemia di COVID-19, che minaccia la sicurezza nazionale degli Stati Uniti e tenta d'interferire con le elezioni presidenziali statunitensi.

Mentre Trump attacca diplomatici cinesi, app tra cui TikTok e società tecnologiche come Huawei, Pechino ha denunciato la politica estera della Casa Bianca nei confronti della Cina, insistendo sul fatto che la Casa Bianca sta tentando trasformare Xi e il suo governo in un capro espiatorio per problemi politici interni e sfide globali, come la pandemia COVID-19 in corso.

Correlati:

Pompeo: "Stiamo formando una coalizione contro il Nord Stream 2"
Pompeo: l’etichetta ‘Guerra fredda’ per controversie tra USA e Cina ‘ha rilevanza’
Pompeo in visita a Cipro: "Tensioni nel Mediterraneo non aiutano nessuno"
Tags:
New York
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook