05:39 24 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
627
Seguici su

Il capo politico del Movimento, parlando all'assemblea, ha proposto tre ipotesi per le leadership, dalla più verticistica alla più collegiale.

Si tiene oggi l'assemblea congiunta dei gruppi parlamentari del Movimento 5 Stelle.

Assenti i ministri impegnati altrove, come i partecipanti alla riunione di governo a Palazzo Chigi sul 5G. Senatori e deputati, in per rispetto delle norme anti-Covid, si sono riunti in due sale differenti. Ha partecipato il capo politico del Movimento Vito Crimi, che ha presenziato tra i deputati. 

Proprio Crimi ha proposto tre futuri scenari per il Movimento e per la sua leadership.

Il primo scenario prevede la votazione su Rousseau di un capo politico unico; il secondo una leadership collegiale, da votare sempre online ma con previo cambio di Statuto; il terzo scenario porta ad un percorso che dai territori arriva fino agli Stati Generali. Un percorso inclusivo che coinvolgerebbe tutti, dagli eletti locali agli europarlamentari.

Del tutto a favore della collegialità il presidente della Camera Roberto Fico, intervenuto in mattinata sul tema a Radio 24.

"Basta con le battaglie intestine: dobbiamo avere una collegialità maggiore, perché alcuni problemi ancora vivi nel M5S derivano da verticismo troppo spinto che c'è stato. Serve una collegialità per trovare sintesi, è il sale della democrazia ma anche una soluzione per una maggiore maturità", ha detto.

Fico ha commentato anche l'esito del referendum sul taglio dei parlamentari.

"Il taglio dei parlamentari approvato con il referendum ora chiama altre riforme. Non possiamo lasciare il prossimo parlamento con un numero ridotto di parlamentari e un vecchio regolamento", ha dichiarato. 

La conseguente riforma istituzionale impone nuovi regolamenti.

"Ora i regolamenti della Camera e del Senato devono per forza essere adeguati al taglio dei parlamentari, ci vuole una lunga discussione e si arriverà a una riforma. Questo significa mettere in sicurezza le riforme perché funzionino al meglio. E poi serve la legge elettorale che è in commissione affari costituzionali, si sta lavorando ed è importante arrivarci", ha commentato Fico.
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook