19:58 24 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
640
Seguici su

Il presidente venezuelano Nicolás Maduro afferma che l'amministrazione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha dato la sua approvazione alla Central Intelligence Agency (CIA) per effettuare recenti "operazioni segrete e terroristiche" contro una serie di obiettivi nel paese.

"Hanno dato alla CIA il via libera di svolgere operazioni segrete e terroristiche con agenti contro obiettivi petroliferi, militari, elettorali, elettricità e altre sporche azioni segrete come quelle usate dalla CIA", ha detto martedì alla televisione di stato, parlando dell'amministrazione Trump.

Questo avviene in seguito la cattura di una presunta spia americana vicino alla più grande raffineria di petrolio del Venezuela all'inizio di questo mese.

A seguito di un'indagine sulla questione, il presidente venezuelano ha affermato che la spia, arrestata insieme ad altre tre nello Stato di Falcón, ha prestato servizio come operatore di comunicazioni in una base della CIA in Iraq tra il 2006 e il 2016.

Maduro prende di mira la DEA

Maduro ha anche ribadito le accuse contro la Drug Enforcement Administration (DEA) statunitense, che sostiene sia stata utilizzata dalla Casa Bianca per attaccare Venezeula e rovesciare Caracas.

"Ha posto la DEA come agenzia operatore dell'attacco contro il Venezuela, la novità oggi non è che la DEA sia coinvolta con il gruppo di narcotrafficanti colombiani per attaccare il Venezuela, la novità è che hanno approvato il coinvolgimento della CIA in operazioni di attacchi terroristici contro il Venezuela ", ha dichiarato martedì.

All'inizio di quest'anno, 13 persone sono state arrestate dalle forze di sicurezza venezuelane. Due dei 13 detenuti sono stati successivamente identificati come i cittadini statunitensi Luke Denman e Airan Barry.

​Una testimonianza pubblicata poco dopo mostrava un detenuto che affermava che il gruppo era composto da "intermediari del capo della sicurezza del presidente #USA, dicono che provengono dal consiglio di sicurezza di Donald Trump", secondo un tweet tradotto.

​Il ministro degli Interni venezuelano Nestor Reverol ha affermato che uno degli uomini era un agente della DEA. Tuttavia, la DEA ha negato queste accuse.

La Colombia prepara l'attacco al Venezuela dopo che gli Stati Uniti hanno imposto nuove sanzioni

Maduro ha anche avvertito martedì che il presidente colombiano Iván Duque ha reclutato narcotrafficanti in vista di un attacco pianificato al Venezuela.

"Iván Duque sta guidando direttamente le bande di narcotrafficanti e ha incaricato le bande di La Guajira e di altri luoghi di preparare il suo gruppo di sicari e terroristi ad attaccare il Venezuela nelle prossime settimane", ha affermato.

L'annuncio di Maduro di questo attacco anticipato arriva il giorno dopo che il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha annunciato nuove sanzioni contro il presidente venezuelano, nonché contro il ministero della Difesa iraniano e altri funzionari iraniani.

"Per quasi due anni, funzionari corrotti a Teheran hanno lavorato con il regime illegittimo in Venezuela per infrangere l'embargo sulle armi delle Nazioni Unite", ha detto lunedì Pompeo.

Il presidente venezuelano e 14 funzionari governativi presenti e passati erano stati precedentemente incriminati dal Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti con accuse di narcoterrorismo.

L'amministrazione Trump ha anche offerto una ricompensa di 15 milioni di dollari per le informazioni che portino all'arresto di Maduro.

Correlati:

Sanzioni USA contro Maduro, Venezuela: "Un atto di aggressione"
Venezuela, Maduro annuncia la cattura di una spia degli Usa
Vaccino russo: Maduro propone di somministrarlo ai candidati per le prossime legislative
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook