11:54 30 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
8022
Seguici su

Per Matteo Renzi è positivo il bilancio della prima tornata elettorale a cui si è presentato con il suo nuovo partito, Italia Viva.

Il leader di Italia viva considera il risultato delle sue prime consultazioni elettorali a cui ha partecipato il suo partito, che ha corso con il Pd solo in Toscana, Marche e Campania, mentre in Puglia si è presentato con un Scalfarotto come candidato sfidante di Emiliano.

"Abbiamo fatto un risultato straordinario. Italia Viva era la prima volta che si presentava, facciamo dal 24 per cento fino a risultati più bassi, io sono convinto che sia un inizio strepitoso", ha detto Matteo Renzi ai microfoni si Radio Capital.

  • Italia Viva si è presentata in coalizione con il PD in Toscana, Marche e Campania, dove ha ottenuto il 7,4% sostenendo la candidatura di Vincenzo De Luca.
  • In Val d'Aosta si è presentata in lista unitaria con Alliance Valdôtaine e Stella Alpina, che ha raggiunto il 7,8
  • in Puglia ha presentato Ivan Scalfaratto come candidato indipendente, fermandosi a un modesto 1,4.
  • In Liguria, dove le urne hanno sancito la sconfitta dell'alleanza tra PD e M5S, Italia Viva ha sostenuto il candidato Aristide Fausto Massardo, ottenendo 2,4%.
"Non ricordo un partito politico che alle elezioni territoriali va così bene la prima volta. Poi ovviamente mi aspettavo un po' di più in Toscana, ma sono felicissimo". Nella regione di Matteo Renzi, Italia Viva si è fermata al 4,5% in lista unitaria con +Europa. 

​La vittoria del centrosinistra in Toscana

"Salvini voleva la rivincita del Papeete e la voleva a Firenze in piazza del Duomo: ha perso lui, 2-0 per noi, la Toscana continua ad essere saldamente nelle mani del centrosinistra. Ha vinto quell'Eugenio Giani che tutti prendevano un po' sottogamba, ha vinto Giani, poi ovviamente se si fosse perso cattivo Renzi", esulta l'ex sindaco di Firenze. 

"I sondaggi ci davano tra il 2 e il 3, abbiamo preso un risultato che è il 4,5 in Toscana, il 6,5/7 a Firenze", ma "soprattutto la partita era se si vinceva o meno. Devo essere sincero: pericolo scampato, io me la sono un pochino fatta addosso e adesso siamo felicissimi".

Sul governo, l'ex premier è convinto che Giuseppe Conte e Nicola Zingaretti siano usciti rafforzati dalle regionali. Probabilmente "ha vinto la partita più difficile, perché tutti dicevano che avremmo perso in Toscana". Una vittoria che è una garanzia di stabilità per l'esecutivo. 

"Ovviamente ora Conte può pensare tranquillamente a come spendere i soldi del Recovery fund con questa maggioranza che andrà al 2023 e poi vediamo la concretizzazione dei progetti. Hai 200 miliardi da spendere, se li butti via stavolta ci siamo disintegrati il Paese", conclude Renzi.

Tags:
Matteo Renzi, Italia Viva, elezioni regionali, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook