14:50 24 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
344
Seguici su

Trionfo assoluto per Zaia in Veneto, ma la Ceccardi non riesce a strappare la Toscana al Pd, dove vince Giani. Il centrodestra conquista le Marche e si riconferma in Liguria con Toti. Emiliano si conferma in Puglia e De Luca stravince in Campania.

Non lascia molte sorprese l'esito delle regionali, che finiscono con un sostanziale pareggio che difficilmente metterà in discussione la tenuta del governo. Finisce in pareggio nelle sei regioni a statuto ordinario, con un testa a testa fra centrodestra e centrosinistra in Toscana, Puglia e Marche, una netta vittoria di Toti che si riconferma in Liguria superando la soglia del 50% dei voti, e un trionfale plebiscito per De Luca e Zaia. 

Risultati modesti per il M5S, che non va oltre l'11,1% ottenuto da Antonella Laricchia in Puglia. L'affluenza al voto delle regionali si è attestata al 53,8%

Liguria

Il governatore uscente del centrodestra Giovanni Toti a scrutinio ultimato si conferma con il 56,1% battendo il candidato del PD -M5S, Ferruccio Sansa, al 38,9%. L'affluenza nella regione è del 53,4%.

Toscana

La Lega non riesce a strappare al PD la sua roccaforte e Susanna Ceccardi esce sconfitta dalla sfida con il candidato della coalizione di centrosinistra. Con 3.921 seggi scrutinati su 3.937, Eugenio Giani  si conferma con il 48,2%, marcando un distacco di più di 8 punti dalla candidata del centrodestra. L'affluenza alle urne in Toscana è stata del 62,6%, pari a 1.870.379 di votanti.

Veneto

Risultati senza precedenti per Luca Zaia in Veneto, dove più di tre elettori su quattro hanno votato per il governatore uscente che si riconferma con il 76,8% delle preferenze. Con 4.713 su 4.751 sezioni scrutinate, il candidato del centrosinistra, Arturo Lorenzoni, si ferma al 15,7%, mentre Cappelletti, il candidato del M5S, ottiene un modesto al 3,2%. L'affluenza al voto in Veneto è stata del 61,2%.

Marche

In base ai dati forniti dalla Regione Marche, con lo scrutinio ultimato 1.574 sezioni su 1,576 e un'affluenza del 42,7%, il candidato del centrodestra Francesco Acquaroli ottiene il 49,13% mentre il candidato del centrosinistra Maurizio Mangialardi è al 37,28%. 

Campania

Vincenzo De Luca, governatore uscente del centrodestra, trionfa con il 69,6%, lasciando l'avversario Stefano Caldoro al 17,87%. Sono 5.539 sezioni su 5.827 scrutinate, secondo i dati del Viminale, e l'affluenza è stata del 55,5%.

Puglia

In Puglia, con 3.582 sezioni scrutinate su 4.026 e un' affluenza 56,4%, il governatore uscente Michele Emiliano si riconferma con 46,86%, mentre il candidato del centrodestra Raffaele Fitto è al 38,86%. La candidata del M5S Antonella Laricchia, secondo i dati del Viminale, è all'11,2%.

L'emozione di Zaia

"Non nego che è un'emozione", ha dichiarato Luca Zaia sul palco della Lega di Treviso, alla notizia del plebiscito che lo ha incoronato per la seconda volta successiva alla presidenza del Veneto. 

"E' un voto dei veneti per il Veneto", ha scandito. Adesso "Il nostro obiettivo è uno solo, portare a casa l'autonomia - ha proseguito - Abbiamo avuto un segnale importante dai cittadini nel 2017, con il referendum. Non abbiamo che da chiudere questa partita con la firma dell'intesa con il governo nazionale". 
De Luca: Un risultato di Popolo

"Considero questo un risultato di popolo che ha espresso l'unità delle energie positive e delle forze sane, si è espressa un'unità di popolo che mi permetto di indicare come esempio positivo per l'Italia", ha detto il governatore della Campania, ringraziando i candidati e le forze politiche che hanno sostenuto la sua candidatura.

"Ci aspettano mesi difficili e incombe il problema di decine di migliaia di lavoratori che perderanno la cassa integrazione: dobbiamo essere pronti con un programma di sostegno socio economico per loro e per il sistema delle imprese. Non abbiamo un minuto da perdere e già domani mattina siamo impegnati in due prime riunioni: una con i direttori generali delle Asl e delle aziende ospedaliere, l'altra con le organizzazioni agricole per cominciare a lavorare all'impostazione del nuovo programma di sviluppo rurale", ha scritto in un post di Facebook.

Toti: il maggior risultato del centrodestra in Liguria

"Quello che si profila stando alle proiezioni è sicuramente il più grande successo che il centrodestra abbia mai avuto in questa regione in tutta la sua storia, significa 20 punti percentuali in più di 5 anni fa, segno che questi 5 anni sono stati apprezzati dagli elettori" ha detto il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, commentando le prime proiezioni dei voti, durante la conferenza stampa tenuta lunedì sera nella tensostruttura allestita a Genova sotto il palazzo della Regione, per commentare i primi risultati delle elezioni regionali liguri 2020.

Per la coalizione PD-M5S, invece "si profila una delle peggiori sconfitte in assoluto del centrosinistra", ha aggiunto. "Vuol dire che l'unica espressione dell'alleanza giallorossa di governo che in Liguria si è schierata unita ha fatto forse il peggior risultato della storia di tutti i partiti che la compongono", ha sottolineato, commentando il risultato elettorale dell'unica coalizione formata da PD e M5S, presentata alle regionali.

Tags:
Campania, Veneto, Toscana, Vincenzo De Luca, Luca Zaia, elezioni regionali, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook