20:43 29 Settembre 2020
Politica
URL abbreviato
Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali (107)
122312
Seguici su

Dopo le elezioni presidenziali del 9 agosto, che hanno visto Alexander Lukashenko essere rieletto per un sesto mandato, in Bielorussa sono scoppiate numerose proteste a livello nazionale guidate dall'opposizione.

Il Servizio di intelligence internazionale (SVR) ha affermato che gli Stati Uniti hanno svolto un ruolo chiave negli eventi in Bielorussia.

Secondo l'SVR gli Stati Uniti avrebbero investito circa 20 milioni di dollari nelle proteste bielorusse nel 2019-2020 attraverso le Ong e hanno aumentato la loro sponsorizzazione delle forze antigovernative bielorusse dall'inizio delle proteste.

"Gli eventi in Bielorussia mostrano chiaramente una traccia occidentale. Le azioni di protesta sin dall'inizio sono ben organizzate e coordinate dall'estero... Secondo le informazioni a disposizione della SVR, gli Stati Uniti stanno giocando un ruolo chiave negli eventi in corso in Bielorussia", si legge nel rapporto ufficiale della SVR citando il direttore dei servizi segreti esteri russi Sergei Naryshkin.

Gli eventi in Bielorussia

L'opposizione bielorussa ha avviato proteste di massa a livello nazionale dopo che le elezioni presidenziali del 9 agosto hanno visto Lukashenko essere rieletto per un sesto mandato.

Mentre le autorità elettorali sostengono che Lukashenko abbia raccolto oltre l'80% dei voti, l'opposizione insiste che la sua principale contendente, Svetlana Tikhanovskaya, abbia vinto le elezioni. L'opposizione accusa inoltre le forze di sicurezza di abusare della forza per reprimere le proteste.

Tema:
Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali (107)

Correlati:

In Bielorussia al via i test clinici del vaccino russo anti-Covid
La Ue non riconosce Lukashenko come presidente legittimo della Bielorussia
Telefonata tra Di Maio e Lavrov: focus su Libia, Bielorussia e caso Navalny
Tags:
Bielorussia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook