22:26 21 Settembre 2020
Politica
URL abbreviato
0 22
Seguici su

Il presidente degli Stati Uniti ha ripetutamente accennato che ci sarà un vaccino certificato contro il nuovo coronavirus prima che si presenti per la rielezione il 3 novembre.

Il presidente Donald Trump ha annunciato martedì che gli Stati Uniti sono "molto vicini ad avere un vaccino" contro COVID-19, aggiungendo che potrebbe essere pronto entro poche settimane.

"Se volete sapere la verità, la precedente amministrazione avrebbe impiegato forse anni per avere un vaccino a causa della FDA e di tutte le approvazioni. E siamo a poche settimane dall'ottenerlo, potrebbero essere tre settimane, quattro settimane", Trump ha detto in una intervista condotta da George Stephanopoulos di ABC News.

Attualmente, l'amministrazione sta lavorando con sei vaccini di prova, di cui tre sono entrati nella sperimentazione chiave di Fase 3 dei test pubblici.

Mentre il presidente Trump ha affermato che il vaccino sarebbe stato pronto prima del giorno delle elezioni, il direttore del National Institutes of Health degli Stati Uniti Francis Collins ha detto la scorsa settimana che è impossibile prevedere se gli Stati Uniti lo avranno entro il 3 novembre, ma ha espresso ottimismo che uno sarà pronto entro alla fine del 2020.

I democratici hanno espresso la preoccupazione che la Food and Drug Administration (FDA) sia stata costretta ad accelerare lo sviluppo del vaccino, il che potrebbe potenzialmente comprometterne l'efficacia. Tuttavia, il commissario Steven Hanh ha affermato che la FDA fornirà un vaccino sicuro ed efficace e non ne affretterà uno sotto alcuna influenza al di fuori della scienza.

I democratici vogliono "il salvataggio degli stati democratici" nelle elezioni

Poiché i negoziati sul prossimo disegno di legge di soccorso sul coronavirus erano già in fase di stallo da più di un mese, a Trump è stato chiesto perché non fosse riuscito a risolvere la situazione con la presidente della Camera Nancy Pelosi. "Perché sanno esattamente dove mi trovo", ha risposto Trump.

"Quello che vogliono è un salvataggio degli stati democratici...", ha detto Trump prima che il conduttore lo interrompesse chiedendosi perché stesse parlando di stati e città democratici quando sono americani.

Trump ha detto di essere "il presidente di tutti", e anche se non vuole dirlo, queste sono città gestite dai Democratici. "È quello che è", ha concluso.

Correlati:

Trump: "Cinque o sei paesi potrebbero firmare accordi per normalizzare i legami con Israele"
Covid-19, Trump annuncia l'acquisto di 100 milioni di dosi di vaccino da Moderna
Trump spera che il vaccino russo contro Covid "funzioni"
Tags:
Coronavirus, Donald Trump
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook