10:49 01 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
2010
Seguici su

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha confermato le informazioni sulla quarantena di tre settimane che entra in vigore da venerdì.

In precedenza i media israeliani avevano riportato che il governo ha adottato un elenco misure volte a far fronte alla diffusione di coronavirus per tre settimane. Nel periodo in cui sono previste le restrizioni ci saranno alcune feste ebraiche, a cominciare dal capodanno il prossimo 18 settembre.

"Oggi, nella seduta del governo, abbiamo preso la decisione sul lockdown per le prossime tre settimane (da venerdì 18 settembre, ndr), con possibilità di proroga, ma al momento - fino alla festa di Simchat Tora’ (Festa della Legge, dal 9 al 10 ottobre, ndr)", ha detto Netanyahu in una conferenza stampa, trasmessa dai canali televisivi israeliani.

Giovedì, la commissione governativa per il coronavirus ha proposto l'introduzione di un lockdown completo per le feste ebraiche a partire dal 18 settembre.

Stando ai media israeliani, il lockdown prevede:

  • divieto di allontanarsi dalla propria abitazione a 500 metri;
  • chiusura di ristoranti, alberghi, palestre e piscine;
  • chiusura di uffici e stabilimenti di produzione, ad eccezione;
  • sospensione dell'attività didattica;
  • assembramenti con massimo 20 persone all'aperto e 10 persone - al chiuso.

Ultimamente la situazione epidemiologica in Israele si è deteriorata: nelle ultime due settimane sono stati registrati altre 39.000 casi di contagio. Dall’inizio della pandemia in totale nel Paese sono stati conclamati 173.759 casi di contagio, 114.635 pazienti sono guariti e 1.108 sono deceduti.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook