01:37 03 Dicembre 2020
Politica
URL abbreviato
312
Seguici su

Andrea Orlando non ha escluso l'ipotesi rimpasto di governo, a seconda di quello che sarà l'esito del voto alle prossime elezioni Regionali.

Non è da escludere a priori che il risultato delle prossime elezioni Regionali possano avere degli effetti sulla composizione dell'esecutivo.

A sostenerlo, a Radio24, è il vicesegretario del Partito Democratico Andrea Orlando, rispondendo ad una domanda sul tema di un eventuale rimpasto di governo:

"Non escludo che possa esserci un effetto sull'assetto del governo ma non mi pare questa la cosa fondamentale. Ora credo che si debba fare un tagliando per tener conto della fase nuova", ha spiegato l'esponente dem.

Per Orlando, il riassetto interno alla maggioranza, potrebbe essere dettato dalla necessità di far valere maggiormente le questioni ritenute centrali dall'Ue:

"Non si tratta di dare peso a questo o quel partito ma di concentrarsi sui filoni che l'Europa considera centrali", ha dunque continuato.

Il vicesegretario del PD ha poi spiegato che la partita per le regionali "è aperta ovunque, con un numero di indecisi così alto può succedere ogni cosa" e si è mostrato fiducioso circa una vittoria in Toscana e in Puglia.

Il possibile ritorno di Renzi nel PD

Orlando ha quindi voluto commentare le considerazioni del governatore dell'Emilia Romagna Bonaccini, il quale aveva parlato di un eventuale ritorno di Renzi nel PD, definendo tali considerazioni "legittime":

"Mi chiedo - ha però spiegato Orlando - se (tali considerazioni, ndr) vadano fatte a una settimana dal voto, quando in tutte le Regioni, tranne le Marche e la Toscana, Italia Viva è contro il PD e ha scelto il PD come bersaglio", ha concluso l'ex ministro della Giustizia.

Le elezioni Regionali

Sette Regioni d'Italia saranno chiamate alle urne il prossimo 20 e 21 settembre dopo lo slittamento dovuto all’emergenza coronavirus.

Nella due giorni di fine settembre saranno dunque rinnovate le giunte regionali di Veneto, Campania, Toscana, Liguria, Marche, Puglia e Valle d’Aosta, dopo che ad inizio anno si era votato in Emilia Romagna e Calabria.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook