15:10 21 Settembre 2020
Politica
URL abbreviato
223
Seguici su

Roberto Saviano si scaglia contro il Partito Democratico definendolo il vuoto politico, incapace di prendere una vera posizione su qualsiasi tema. Per questo annuncia voto no a referendum costituzionale.

Roberto Saviano, voce fuori dal coro, annuncia che voterà no al prossimo referendum costituzionale confermativo e lo farà, non perché convinto che non serva ridurre il numero dei parlamentari, ma per andare contro il Partito Democratico.

Secondo l’interpretazione dello scrittore e giornalista partenopeo il PD ha scelto di appoggiare il sì al taglio dei parlamentari solo per opportunismo politico, per mantenere in vita il governo.

​Ma Saviano è un fiume in piena inascoltato, dopo che aveva spiegato come le imprese si sarebbero rivolte alla mafia per ottenere supporto economico e non allo Stato, grazie a “pochi” ma buoni commercialisti.

Intervistato da La Stampa Saviano ha etichettato come “vapore acqueo” il Partito Democratico e Luigi Di Maio un uomo “intriso di una cultura profondamente autoritaria e xenofoba”.

PD il vuoto politico

Secondo Roberto Saviano il Partito Democratico non è politica, non l’ha mai fatta neanche quando andava al governo contro Berlusconi, e non è anti-politica proprio perché non ha mai fatto politica vera.

Lo definisce un partito che mantiene lo status quo seppur dice di voler cambiare e rivoluzionare tutto.

A gennaio, prima della pandemia, Nicola Zingaretti aveva annunciato la rifondazione del PD con scioglimento previo del partito.

Correlati:

Saviano attacca Salvini e Meloni: per colpa loro l'odio verso Segre
Zingaretti dice sì al Referendum e avvia riforma delle camere del Parlamento
Referendum, Formigoni in piazza per il 'no' nelle due ore di permesso dai domiciliari
Tags:
Roberto Saviano
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook