02:19 20 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali (120)
2110
Seguici su

L'ex presidente del Consiglio d'Europa e leader del più grande partito paneuropeo, il Partito Popolare Europeo (PPE) - Donald Tusk ha proposto di nominare gli oppositori bielorussi Sergey e Svetlana Tikhanovsky per il Premio Nobel per la Pace.

"Credo che sarà un segnale forte se l'UE nominerà Svetlana Tikhanovskaya e suo marito Sergey, che è ancora in prigione, per il Premio Nobel per la pace per rendere omaggio a tutti i detenuti bielorussi in questo momento più di pace dell'anno", ha scritto su Twitter.

Oggi si è saputo della candidatura del presidente americano Donald Trump al Premio Nobel per la Pace 2021 per il ruolo esercitato nell'accordo fra Israele ed Emirati Arabi, che dovrebbe essere firmato il 15 settembre per normalizzare i rapporti tra i due Paesi.

Proteste in Bielorussia

Le proteste di massa dell'opposizione sono scoppiate in tutta la Bielorussia a seguito delle elezioni presidenziali del 9 agosto che hanno visto la rielezione del presidente Alexander Lukashenko per il suo sesto mandato. Mentre le autorità elettorali sostengono che Lukashenko abbia raccolto oltre l'80% dei voti, l'opposizione insiste che la sua principale contendente, Svetlana Tikhanovskaya, abbia vinto le elezioni. L'opposizione accusa inoltre le forze di sicurezza di abusare della forza per reprimere le proteste.

Tema:
Le proteste in Bielorussia dopo le elezioni presidenziali (120)
Tags:
Alexander Lukashenko, Premio Nobel, Proteste, Donald Tusk, Bielorussia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook