11:06 01 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
1410
Seguici su

Nell'accordo firmato a Washington dal presidente serbo Aleksandar Vucic Pristina non viene riconosciuta come soggetto di diritto internazionale.

Non un accordo trilaterale, ma bilaterale. Ci tiene a fare chiarezza in diretta alla televisione serba il presidente di Belgrado Aleksandar Vucic dopo la seconda giornata di trattative a Washington, a cui hanno preso parte anche la delegazione della repubblica autoproclamata Kosovo guidata dal primo ministro Avdullah Hoti ed il presidente americano Donald Trump.

"Oggi abbiamo firmato un accordo bilaterale con gli USA, ma non è un accordo trilaterale, il che è molto importante. E’ un accordo bilaterale, perché la terza parte non è riconosciuta nell’accordo come soggetto di diritto internazionale", ha dichiarato Vucic in onda alla televisione nazionale serba.

Vucic ha affermato che l’accordo è dedicato piuttosto alle relazioni economiche e comprende 16 punti, ed anche il Kosovo ha firmato un accordo bilaterale con gli Stati Uniti.

In precedenza il giornale serbo Blic aveva riferito che i punti salienti dell'accordo vertono sulla crazione di un progetto “Mini-Schengen”, tra Belgrado e Pristina, comprendente il riconoscimento reciproco dei titoli di studi, la costruzione di un'autostrada che collega la Serbia con Pristina, una ferrovia da Belgrado a Durazzo, che collega la Serbia con l'Albania attraverso il territorio kosovaro e l’inammissibilità di misure restrittivie unilaterli al commercio.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook