14:55 21 Settembre 2020
Politica
URL abbreviato
376
Seguici su

Nuovo affondo del leader leghista nei confronti del ministro dell'Istruzione, con la Lega che è pronta a presentare la mozione di sfiducia sulla Azzolina.

Intervenendo in diretta alla trasmissione Fatti e Misfatti su Tgcom24, il leader della Lega è andato nuovamente all'attacco del ministro della Scuola Lucia Azzolina:

"La Azzolina è il ministro più incapace che la scuola italiana ricordi negli ultimi decenni", sono state le dure parole di Salvini.

L'ex ministro dell'Interno ha quindi rilevato tutte le carenze che affliggono la scuola a pochi giorni dalla riapertura e ha annunciato una mozione di sfiducia da parte del suo partito:

"Mancano 60mila insegnanti, 10mila aule a una settimana dall'inizio, non sono io ad avercela con lei ma sono 8 milioni di studenti e famiglie, per questo presentiamo una mozione di sfiducia alla Azzolina", ha proseguito Salvini, che ha poi ribadito le critiche alla Azzolina anche sulla propria pagina Instagram.

Il referendum costituzionale

Sul referendum per il taglio dei parlamentari, il segretario del Carroccio ha ribadito il suo appoggio incondizionato al fronte del Sì, senza risparmiare delle critiche a coloro che hanno invece cambiato posizione, schierandosi per il No:

"Io ribadisco che ho votato sì quattro volte e votero' si' ancora questa volta. A differenza di un Renzi qualunque non cambio idea a seconda dei pesi e delle convenienze", ha quindi affermato Salvini, sottolineando come il solo taglio dei parlamentari non serve da solo a rilanciare l'economia del Paese.

 

La mozione di fiducia alla Azzolina

La scorsa settimana Matteo Salvini aveva annunciato che, alla riapertura dei lavori, la Lega avrebbe presentato una mozione di sfiducia per il ministro dell'Istruzione, Lucia Azzolina

Sotto accusa, in particolare la gestione dell'emergenza Covid nella scuola italiana, definita ampiamente insufficiente da parte del segretario leghista.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook