09:17 01 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
2161
Seguici su

In questi giorni nella capitale statunitense sono in corso le trattative tra le delegazioni della Serbia e della repubblica autoproclamata del Kosovo.

Il presidente serbo Aleksandar Vucic ha affermato che il punto sul riconoscimento dell'autoproclamata repubblica del Kosovo è stato rimosso dall'agenda dei colloqui a Washington, ha riferito la televisione nazionale serba. In precedenza il ministro degli Esteri serbo aveva raccontato che Vucic ha respinto categoricamente la clausola sul riconoscimento del Kosovo alle trattative negli USA.

La delegazione serba con il presidente Vucic a capo si è recata a Washington per le trattative con il premier della repubblica autoproclamata Kosovo Avdullah Hoti. Giovedì è attesa la presenza alle trattative del presidente americano Donald Trump.

"Le persone dell'amministrazione Trump sono state oneste, ci hanno ascoltato e la clausola sul riconoscimento reciproco non fa più parte dei documenti", ha detto il presidente serbo in onda della tv nazionale.

Prima del vertice Hoti aveva affermato ai media di Pristina che “non aveva intenzione di negoziare su nient’altro che il riconoscimento dell’indipendenza”.

Vucic, prima di partire, a sua volta aveva dichiarato di non sapere cosa aspettarsi dai colloqui, ma aveva promesso di “lottare con tutte le forze per la Serbia”.

Il vertice tra le due parti si sarebbe dovuto tenere a giugno, ma è stato rinviato per via di una crisi politica interna nel Kosovo.

Rapporti tra Serbia e Kosovo

Nel 1999 lo scontro tra le forze separatiste dell’Esercito di liberazione del Kosovo e l’esercito e la polizia serbi avevano portato ai bombardamenti della Jugoslavia (all’epoca Serbia e Montenegro) da parte delle forze NATO. Nel marzo 2004, gli albanesi del Kosovo hanno organizzato un pogrom, che ha portato ad una massiccia fuga dei serbi e alla distruzione di molti dei loro monumenti di valore storico e culturale.

Il 17 febbraio 2008 le istituzioni di Pristina hanno dichiarato con una decisione unilaterale la propria indipendenza dalla Serbia. L’autoproclamata repubblica del Kosovo non è riconosciuta da Serbia, Russia, Cina, Israele, Iran, Spagna, Grecia e da una serie di altri Paesi. Tra i paesi che hanno riconosciuto il Kosovo come stato sovrano ci sono USA, Gran Bretagna, Germania, Albania, Turchia ed anche l’Italia, che ha riconosciuto la repubblica autoproclamata il 21 febbraio del 2008.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook