23:34 29 Settembre 2020
Politica
URL abbreviato
97011
Seguici su

Il ministero degli Esteri greco ha commentato la dichiarazione del vicepresidente turco Fuat Oktay secondo cui il tentativo di Atene di espandere le sue acque territoriali a 12 miglia potrebbe provocare un conflitto militare.

"La percezione senza precedenti della Turchia di poter minacciare i paesi vicini con l'uso di forza quando esercitano i loro diritti legittimi è contraria alla cultura politica moderna e ai principi fondamentali del diritto internazionale. Chiediamo alla Turchia che si renda conto che il diritto internazionale e i valori su cui è costruita la moderna internazionale ordine sono vincolanti per tutti i paesi del mondo. Non possono essere applicati selettivamente e la comunità internazionale è obbligata a proteggerli, poiché la loro violazione indica gravi pericoli", si legge in un comunicato del ministero degli Esteri greco.

Atene aggiunge nella sua dichiarazione che la Turchia è obbligata a rispettare l'articolo 2 (4) della Carta delle Nazioni Unite, secondo cui tutti i membri dell'ONU devono astenersi dalle minaccie o dall'uso di forza.

"In ogni caso, le ricordiamo che l'implementazione della sovranità greca non dipende da alcun tipo di veto turco", conclude il ministero degli Esteri greco.

I passi precedenti

La Turchia ha inviato una nave da ricerca geologica nel Mediterraneo orientale, la Oruc Reis, scortata da una nave da guerra. Il governo greco, che non riconosce le rivendicazioni di Ankara sulle risorse offshore di Cipro, ha considerato questa azione una provocazione e una violazione della sovranità delle proprie acque, a mobilitare le forze militari in risposta alle azioni turche.

Il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis ha annunciato che Atene espanderà le sue acque territoriali nel Mar Ionio di 12 miglia.

Il vicepresidente turco Fuat Oktay ha affermato che questa decisione di Atene potrebbe provocare un conflitto militare, e Ankara farà tutto il necessario per proteggere "ogni centimetro quadrato delle proprie acque" nel Mediterraneo.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook