11:29 19 Settembre 2020
Politica
URL abbreviato
1016
Seguici su

L'ambasciatore bielorusso è stato convocato nel ministero degli Esteri della Polonia a causa delle affermazioni delle autorità di Minsk sull'intenzione di Varsavia di annettere l'Oblast' di Grodno, ha dichiarato il vice ministro degli Esteri polacco Marcin Przydach.

​In precedenza il presidente bielorusso aveva affermato di essere sicuro che Varsavia ha un piano di annettere l'Oblast' di Grodno, regione all'ovest della Repubblica, confinante con la Polonia. Tale dichiarazione sulla possibile aggressione è stata rilasciata da Lukashenko mentre nel Paese erano in corso le manifestazioni dell'opposizione dopo le elezioni presidenziali del 9 agosto.

Il capo dell'amministrazione presidenziale polacca Krzysztof Szczerski, a sua volta, aveva sottolineato che il suo paese non intende rivendicare i territori bielorussi e violare la sua integrità territoriale.

"In relazione alle ripetute accuse infondate delle autorità bielorusse contro la Polonia, l'ambasciatore della Repubblica di Bielorussia è stato convocato oggi alle 15.00 al ministero degli Esteri polacco", ha scritto Przydach su Twitter.

La crisi politica in Bielorussia

Il 9 agosto si sono tenute le elezioni presidenziali in Bielorussia. Secondo il Comitato Elettorale Centrale, il capo di Stato, Alexander Lukashenko, ha guadagnato l'80,1% dei consensi, seguito da Svetlana Tikhanovskaya con il 10,12%. L'opposizione non ha riconosciuto questi risultati e la stessa Tikhanovskaya è partita per la Lituania.

Da più di due settimane nel Paese si svolgono proteste non autorizzate contro i risultati delle votazioni. Nei primi giorni, i manifestanti sono stati dispersi, con le forze di sicurezza che hanno usato gas lacrimogeni, idranti, granate assordanti e proiettili di gomma.

Domenica a Minsk e in alcune città della Bielorussia si sono svolte manifestazioni di protesta per il 15° giorno dopo le elezioni presidenziali con i manifestanti che si sono fermati a poche decine di metri dal cordone allestito dalle forze di sicurezza lungo l'intera larghezza del viale nei pressi del Palazzo dell'Indipendenza, residenza del Presidente, continuando a cantare slogan contro l'attuale capo di stato bielorusso.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook