14:40 21 Settembre 2020
Politica
URL abbreviato
3196
Seguici su

Alla riapertura dei lavori la Lega presenterà una mozione di sfiducia per il ministro dell'Istruzione, Lucia Azzolina. Lo annuncia il leader del Carroccio.

La Lega è intenzionata a "bocciare" Lucia Azzolina, il ministro dell'Istruzione che ha gestito la fase covid nelle scuole, definita più volte "incapace" da Matteo Salvini, che annuncia l'intenzione dei presentare una mozione di sfiducia "a nome di 8 milioni di studenti e famiglie", riferisce Affaritaliani.it.

Salvini ha esposto in breve il piano della Lega per far ripartire la scuola, basato su assunzioni, collaborazione con il privato e prevenzione. Un piano che non prevede l'obbligo di mascherine. 

"Assumere le migliaia di insegnanti precari che, da anni, già lavorano nelle scuole coi nostri figli. Stabilizzare almeno 20.000 insegnanti di sostegno per non lasciare indietro i bimbi disabili. Collaborare con le scuole pubbliche-paritarie per trovare le 10.000 aule mancanti. Dotare tutte le scuole di termoscanner, per misurare la febbre ai bimbi all'ingresso. Dimenticare la mascherina obbligatoria per i bimbi in classe, una inutile e pericolosa follia. Smetterla di giocare coi banchi con le rotelle, di litigare con sindacati, presidi, insegnanti, governatori e famiglie. Queste le proposte della Lega", spiega Salvini.

Poi l'affondo:

"Il ministro è in grado di attuarle? No. Alla riapertura dei lavori, presenteremo una mozione di sfiducia a nome di 8 milioni di studenti e famiglie, di un milione di insegnanti, dei presidi e del personale scolastico tutto. La Scuola Italiana merita di meglio. Azzolina bocciata!", annuncia il leader leghista.

I punti di vista e le opinioni espressi nell'articolo non necessariamente coincidono con quelli di Sputnik.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook