00:03 25 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
5315
Seguici su

Zingaretti dichiara che i democratici voteranno Sì al taglio dei parlamentari ma pone come condizione la riforma della legge elettorale.

“Voteremo sì al referendu, sosteniamo da sempre la riduzione del numero dei parlamentari", afferma Nicola Zingaretti, ma il Sì è solo un "primo passo" di una più ampia riforma parlamentare, chiarisce il segretario dei Dem, in un'intervista al Corriere della Sera.

Il solo Sì non è sufficiente, deve essere accompagnato da un piano di riforme del bicameralismo e dell'attività legislativa, a partire dalla riforma elettorale, che Zingaretti pone come condizione per l'ok al taglio dei parlamentari.

"Per votare Sì e far nascere il governo abbiamo chiesto modifiche dei regolamenti parlamentari e una nuova legge elettorale, per scongiurare rischi di distorsioni nella rappresentanza e tutelare adeguatamente i territori, il pluralismo e le minoranze", chiarisce.

“Se c’è la volontà politica si può approvare la riforma elettorale di un ramo del Parlamento", continua il segretario del Pd, fiducioso del fatto che si possa "aprire tutti assieme una fase nuova dove la politica diriga i grandi processi di trasformazione in corso e non li subisca". 

Le elezioni regionali

"Quando votano milioni di cittadini e' sempre un fatto politico. Peserà sugli sviluppi della situazione italiana", ha detto  Nicola Zingaretti, rispondendo ad una domanda relativa all'importanza delle elezioni regionali sugli scenari politici futuri. 

Ad ogni modo "quello che cambiera' sicuramente in meglio o peggio, sara' la vita dei cittadini delle Regioni investite dalla consultazione elettorale, per questo ovunque combattiamo per vincere", sottolinea. 

Tags:
Referendum, PD, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook