01:53 20 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
8014
Seguici su

Luigi Di Maio presenta la mutazione genetica del Movimento 5 Stelle parlandone a Il Fatto quotidiano. In futuro il M5s si troverà attorniato da decine di liste d'appoggio.

Il Movimento 5 stelle non si dovrà più scandalizzare se a sostenere un candidato sindaco ci saranno 10 liste collegate. I tesserati al partito M5s non dovranno neppure scandalizzarsi se il nemico giurato pre-elezioni politiche 2018, ovvero il ‘Pidielle’, dopo essere diventato l’alleato di governo lo diventerà anche per le future elezioni amministrative del 2021.

A dirlo è il ministro degli Esteri ed ex capo politico dei pentastellati Luigi Di Maio, in una intervista rilasciata a Il Fatto Quotidiano.

Una mutazione genetica quella che presenta Luigi Di Maio se si pensa agli esordi del movimento, se si torna con la mente ai “VaffaDay” in cui Beppe Grillo se la prendeva con qualsiasi cosa si muovesse a Montecitorio, a Palazzo Chigi o in altro palazzo delle istituzioni.

Di Maio parla ancora da leader e afferma:

“Io voglio favorire la nascita di una generazione di amministratori del M5s che sappiano governare anche in coalizione”.

Ed ecco quindi la proposta da sottoporre al Partito Democratico, sostenere la candidatura di Virginia Raggi come sindaco di Roma, ma anche di Chiara Appendino come sindaca di Torino.

Sulle candidature alle elezioni regionali, invece, Di Maio ammette che bisognava muoversi prima e che si avverte la mancanza di un “coordinamento nazionale”, a dire che si sente la mancanza di un capo politico legittimamente votato.

L’alleanza con il centrodestra

Gli viene anche chiesto se sarà in futuro possibile una alleanza con il centrodestra. Di Maio dice che con Salvini mai più, perché anche durante questa campagna elettorale dimostra di non essere “serio” e di violare tutte le regole anti-Covid.

Tuttavia ulteriori mutazioni sono sempre possibili in futuro.

Correlati:

Di Maio e Lamorgese in Tunisia con Commissari Ue: discussi gli sbarchi di tunisini a Lampedusa
Meloni: “Mai con la sinistra!” – ma la sinistra quale?
Meloni, sulla Libia: ‘Nullità della politica estera della sinistra e del M5S’
Tags:
M5S, Luigi Di Maio
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook