22:54 29 Settembre 2020
Politica
URL abbreviato
640
Seguici su

L'accordo di governo tra PD e M5S durerà fino a fine legislatura ma ciò non avrà alcun peso sulle decisioni dei due partiti a livello regionale e locale.

In vista delle prossime elezioni Regionali il PD e il Movimento Cinquestelle non hanno stretto alcuna alleanza di tipo strutturale.

Ad assicurarlo, in un'intervista al Corriere della Sera, è il leader politico pentastellato Vito Crimi:

"Non si tratta di sprecare un’occasione, perchè non c’è, altrimenti l’avremmo colta al volo. Noi abbiamo il massimo rispetto del territorio. Dove abbiamo fatto opposizione fino a ieri, è difficile immaginare un percorso insieme. Assolutamente no. Non c’è alleanza strutturale", sono state le parole di Crimi.

Per supportare il proprio ragionamento, il leader ha quindi parlato del periodo di permanenza al governo con la Lega di Matteo Salvini, ricordando che neanche allora il M5S formò alcuna alleanza di lunga durata:

"Qualcuno poteva parlare di alleanza strutturale anche con la Lega. Ma non l’abbiamo fatta e non la facciamo oggi, perchè siamo nati per combattere il sistema dei partiti e vorremmo aiutarli a migliorarsi", ha proseguito.

Non ci sono dunque margini di apertura per quanto riguarda due regioni come la Puglia e le Marche, dove attualmente il centrosinistra è al governo ma dove il M5S promette di presentarsi come alternativa al PD:

"La questione è chiusa da tempo. Lì abbiamo fatto un’opposizione ferma e un’alleanza è infattibile", ha sentenziato il capo politico pentastellato.

Nessun dubbio sulla tenuta del governo, tuttavia, con l'accordo con il PD che durerà dunque perlomeno fino al 2023:

"Sicuramente dura per la legislatura. Nessuno poteva governare senza di noi. Non parlerei ora del futuro", ha sottolineato Crimi.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook